L’uomo d’affari Mulenga si è impegnato a contribuire con 230 milioni di scellini alla diocesi di Kabale

L’uomo d’affari Mulenga si è impegnato a contribuire con 230 milioni di scellini alla diocesi di Kabale

L’uomo d’affari vietnamita e console generale in Uganda, re Sisor Mulenga TJ, ha donato 230 milioni di scellini alla diocesi di Kabale durante l’evento di raccolta fondi del Bishop’s Annual Appeal Fund (BAAF).

L’appello annuale del vescovo è stato avviato dal vescovo della diocesi di Kabale, il Rt. Rev. p. Callistus Rubaramira, nel 2015, dove si tengono eventi annuali di raccolta fondi in cui si raccolgono soldi per aiutare con i progetti della diocesi.

L’evento, che si è tenuto presso la chiesa di San Pietro, diocesi cattolica di Gisoro, nel comune di Kisoro, aveva lo scopo di raccogliere fondi per la fondazione dell’Università di Sant’Ignazio, che sarà di proprietà privata della diocesi di Kabale. Durante la funzione di Mutolere Dinari, aveva bisogno di raccogliere 450 milioni di scellini, ma sono riusciti a raccogliere solo 220 scellini, ma Mulenga si è impegnata a pagare i restanti 230 milioni di scellini.

All’evento, Mulenga, che era l’ospite principale, ha ringraziato il presidente Museveni per aver introdotto l’istruzione primaria universale e l’istruzione secondaria universale, affermando che i programmi hanno aiutato molti che non potevano permettersi un’istruzione a ottenerla, ma ha chiesto al governo di estendere l’istruzione gratuita alle università.

Ha lodato la chiesa, soprattutto la diocesi di Kabale, per aver complementato il governo in vari settori, soprattutto nell’istruzione, e ha affermato che l’istituzione dell’Università di Sant’Ignazio da parte della diocesi è un buon sviluppo che aiuterà coloro che non riescono a iscriversi alle università pubbliche. Ha anche chiesto al governo di accelerare il funzionamento del John Calley Institute of Science and Technology che il presidente Museveni ha promesso in memoria di John Calley.

READ  「『死ぬまで撃て』と命令された」警官らが証言 80人超犠牲か ミャンマー国軍の組織的な殺害明らかに:東京新聞 TOKYO Website

“Ignatius sarà un partner del governo nel campo dell’istruzione, poiché le persone che non avrebbero l’opportunità di frequentare le università pubbliche potranno anche ottenere un’istruzione in università private”, ha detto Mulenga.

Mulenga ha criticato alcune persone, soprattutto leader di Kisoro, che avevano iniziato a dividere le persone lungo linee religiose e tribali, e che persino i membri del parlamento non lavoravano in unità.

“La religione ci porta a Dio, ma non all’odio per i nostri vicini, ma quello che c’è a Kisoro è che i nostri leader sono per lo più membri del parlamento”, ha detto Mulenga.

“Tutte le ricchezze che abbiamo non sono nostre, ma sono di Dio, usiamole per fare la Sua opera. Ora che sono riuscito a raccogliere 220 milioni di scellini, pagherò il denaro rimanente in modo che l’opera di Dio sia compiuta, ma esorto Voi cristiani non dovete fermarvi perché vedete che servono molti soldi, anche il vescovo ci ha detto che ce n’è bisogno: “Abbiamo stanziato 21 miliardi di euro affinché l’università sia completamente finanziata”, ha detto Mulenga.

Il vescovo Callisto Rubaramira della diocesi di Kabale, che era il maestro celebrante, ha elogiato il gesto gentile di Mulenga, aggiungendo che l’Uganda ha bisogno di più persone come lui.

Ha anche ringraziato il generale Edward Kali Kayihura per averlo salvato nel 2012 mentre si trovava a Kisoro, dove proveniva dalla diocesi di Ruhengeri in Ruanda in occasione della consacrazione del vescovo Vincent Harulimana. Quando raggiunse Kisoro e crollò, fu il generale Kayihura a noleggiargli un aereo per Kampala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *