Nations League: Roberto Martinez dovrebbe fare molti cambiamenti contro l’Italia

Non certo ripresi dalla delusione di giovedì sera contro la Francia (2-3), i Devils hanno iniziato venerdì la preparazione per la sfida contro l’Italia di domenica pomeriggio (ore 15). Una partita in cui dovremmo vedere i soliti titolari e subentrati cambiare i rispettivi status per novanta minuti allo Juventus Stadium.

Tempo di lettura: 2 min

QPochi istanti dopo aver subito il terzo gol della Francia, Thibaut Courtois ha subito dato il tono all’interesse della partita per il terzo posto di domenica pomeriggio contro l’Italia. “Non so nemmeno perché dobbiamo giocare questa partita”, ha detto il portiere dei Devils. “Finire terzo o quarto nella Società delle Nazioni non serve. Giocheremo a questo gioco per niente. Sarà un amichevole e niente di più. La scena è dalla parte dei Red Devils dove Courtois non sarà l’unico giocatore a ragionare in questo modo.

Come sappiamo, i calendari dei club e delle selezioni sono sempre più serrati e alcuni elementi del core – spesso su richiesta appena velata del loro datore di lavoro – non esiteranno a chiedere a Roberto Martinez di poter ignorare questa partita senza vero sapore se non quella di soldi, il terzo intascando un milione di euro in più del quarto (NdR: 8 milioni di euro contro 7).

Viste le sue dichiarazioni dopo la sconfitta contro la Francia, Thibaut Courtois non sarà in gol contro il boia dei Devils agli ultimi Europei. Non dovrebbe essere l’unica cornice rimasta a riposare mentre il mese di ottobre sarà scandito da campionati nazionali e competizioni europee.

Difficile immaginare che leader come Romelu Lukaku e Kevin De Bruyne siano presenti in campo al fischio d’inizio contro il campione d’Europa. Questo lascerà ovviamente uno spazio di espressione per gli elementi del core di Roberto Martinez che hanno meno spesso la possibilità di mostrarsi con la maglia della nazionale, tanto più che Eden Hazard (infortunio muscolare?) ha finalmente lasciato anche lui il gruppo venerdì sera.

Sarebbe abbastanza logico che ragazzi come Boyata, Saelemaekers, Dendoncker, Vanaken, Trossard, Lukebakio, De Ketelaere e Batshuayi ricevano il tempo per giocare, alcuni saranno sicuramente nella base XI dei Red Devils allo Juventus Stadium.

READ  Montagne alte. Gendarme ferito durante una manifestazione: arrestato giovedì in Italia un sospetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *