Mbappe sostiene Lukaku, vittima di grida razziste in Italia

Mbappe sostiene Lukaku, vittima di grida razziste in Italia
Martin Borough/AFP L’attaccante francese di Paris Saint-Germain Kylian Mbappe (a sinistra) scuote le mani con l’attaccante belga di Manchester United Romelu Lukaku (a destra) al termine del round di 16 partite della UEFA Champions League tra Paris Saint-Germain (PSG) e Manchester United. Allo stadio Parc des Princes di Parigi, 6 marzo 2019 (Foto di Martin BUREAU / AFP)

Martin Borough/AFP

Kylian Mbappe e Romelu Lukaku qui nel 2019.

SPORT – Ritratto di Romelu Lukaku, dito sulla bocca. “2023 e ancora gli stessi problemi, ma non te lo permetteremo”Lo ha scritto sotto la foto postata su Instagram, il capitano dei Blues Kylian Mbappe, dopo le urla razziste lanciate dai tifosi della Juventus contro il nazionale belga del Milan.

Gli incidenti sono avvenuti nella serata di martedì 4 aprile, durante la semifinale di andata di Coppa Italia (1-1). Gli insulti sono iniziati a fioccare quando Lukaku ha pareggiato dal dischetto ai supplementari. Ed è stato espulso pochi secondi dopo, dopo aver festeggiato il suo gol davanti alla tribuna dei tifosi bianconeri, con l’indice alle labbra per dire “Silenzio” ai suoi critici.

Quali sono le prospettive di questo annuncio?

Poche ore dopo su Instagram, Lukaku ha denunciato il comportamento dei suoi tifosi. “La storia si ripete. L’ho vissuta nel 2019, e di nuovo nel 2023… Spero che questa volta il campionato si comporti davvero”.ha scritto, riferendosi a precedenti sfoghi razzisti nei suoi confronti a Cagliari, ai quali non è seguita alcuna sanzione.

READ  La Gazzetta dello Sport saluta i tifosi dello Stade Rennais

“Prima, durante e dopo la punizione, è stato vittima di insulti razzisti disgustosi e ostili. Ha festeggiato allo stesso modo in cui aveva festeggiato i gol prima.Da parte sua Michael Yormark, presidente di Roc Nation Sports International, agenzia di management sportivo che gestisce gli interessi di “ Grande Roma ».

“inaccettabile”Giudice Infantino

“Le dichiarazioni razziste nei confronti di Romelu Lukaku da parte dei tifosi della Juventus sono al di là di spregevole e inaccettabile”., Ha aggiunto. prima di concludere: “Romelo merita le scuse della Juventus (…). Le autorità italiane devono sfruttare questa opportunità per combattere il razzismo, invece di punire la vittima”.

Quali sono le prospettive di questo annuncio?

“Nel calcio non c’è posto per il razzismo o qualsiasi forma di discriminazione. È semplicemente inaccettabile vedere insulti razzisti lanciati dagli spettatori contro l’attaccante dell’Inter Romelu Lukaku”.ha aggiunto il presidente della FIFA Gianni Infantino.

L’Inter ha detto: simbiosi Con la sua stella e la Juventus, in un comunicato, ha detto: Come sempre, sta lavorando con le forze dell’ordine per determinare i responsabili dei gesti e delle urla razziste”. Martedì sera.

Anche la Lega italiana ha sottolineato la sua condanna. risolutamente qualsiasi episodio di razzismo e qualsiasi forma di discriminazione”.. Nel suo comunicato, la Lega Italiana ha chiesto: Far uscire i razzisti dagli stadi.

Quali sono le prospettive di questo annuncio?

Ripetuti episodi di razzismo in Italia

“Alcune figure sugli spalti non possono rovinare la scena calcistica e non rappresentano i pensieri di tutti i tifosi e gli appassionati presenti allo stadio”.e conferma il corpo, assicurandosi che le clavette Potrà identificare i colpevoli e bandirli a vita dai loro stadi”..

” No al razzismo “La squadra belga ha anche pubblicato, tramite il suo account Twitter, una foto del suo attaccante che festeggia un gol per i Red Devils. Nel settembre 2021, anche il portiere del Milan e della Francia Mike Minnan è stato oggetto di abusi razzisti durante una partita a Torino contro la Juventus.

READ  Tour de Ski 2024 - Richiedi il programma - Informazioni sportive - Sci

Gli episodi di razzismo o antisemitismo sono comuni negli stadi italiani. Martedì Lazio e Roma sono state punite per il loro recente comportamento dai propri tifosi, nel derby di marzo con la Laziale e domenica contro la Sampdoria con i giallorossi.

Vedi anche su Huffpost:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *