Marjorie Taylor Greene vuole ammonire Ilhan Omar per commenti che non ha fatto

Marjorie Taylor Greene vuole ammonire Ilhan Omar per commenti che non ha fatto

Rappresentante Marjorie Taylor Greene (R-Georgia) Presentare una risoluzione di censura La deputata Ilhan Omar (D-Minn.) per i commenti fatti durante una festa elettorale in Somalia, dove è nata, il 27 gennaio. C'è un grosso problema: Omar non ha fatto i commenti nella risoluzione.

I commenti in questione derivano da un discorso tenuto da Ilhan Omar durante un evento a Minneapolis, che ha una grande popolazione di immigrati somali, per celebrare le elezioni regionali in Somalia. Omar è un'immigrata somala la cui famiglia ha ricevuto asilo negli Stati Uniti nel 1995 quando lei aveva circa 13 anni. Nel suo discorso, ha discusso una questione importante per i somali, ovvero la regione separatista del Somaliland, che l'Etiopia ha riconosciuto come paese separato.

La risoluzione di Greene sostiene che Ilhan Omar ha violato il suo giuramento come membro del Congresso di “difendere e proteggere gli Stati Uniti” dichiarando fedeltà alla Somalia nei suoi commenti.

“Il governo degli Stati Uniti farà solo quello che i somali negli Stati Uniti gli diranno di fare. Faranno quello che vogliamo e nient'altro. Devono seguire i nostri ordini, ed è così che proteggeremo gli interessi della Somalia.” Ha aggiunto: ” Finché rimarrò al Congresso, non “La Somalia non sarà mai in pericolo. Le sue acque non saranno acque che l'Etiopia non ruberà. Dormi comodamente perché sono qui per proteggere gli interessi della Somalia dall'interno del sistema americano”.

Ma Omar non ha detto questo. Il suo discorso è stato pronunciato in somalo e una traduzione contenente le citazioni citate da Greene è stata successivamente diffusa sugli account conservatori dei social media da Sito di notizie conservatore Alpha News Prendilo. L'articolo di Alpha News afferma che il sito “non ha verificato in modo indipendente l'accuratezza della traduzione”.

READ  Tipo de cambio | Precio del dólar | ¿Qué tanto espacio tiene el BCR para seguir interviniendo en el mercado cambiario? | ANÁLISIS | ECONOMIA
La deputata Ilhan Omar (D-Minn.) deve affrontare la censura per i commenti che non ha fatto.

La deputata Ilhan Omar (D-Minn.) deve affrontare la censura per i commenti che non ha fatto.

La deputata Ilhan Omar (D-Minn.) deve affrontare la censura per i commenti che non ha fatto.

I conservatori, incluso il capogruppo della maggioranza alla Camera Tom Emmer (R-Minn.), hanno invitato Omar a dimettersi dal Congresso per aver violato il suo giuramento.

Tuttavia, il Minnesota Reformer, un sito di notizie locale, Sono state utilizzate due traduzioni indipendentiinclusa una lettera di un “traduttore certificato da un tribunale federale”, per dimostrare che i commenti tradotti di Omar diffusi sugli account conservatori dei social media erano falsi.

Invece di dire: “Il governo degli Stati Uniti farà solo ciò che i somali negli Stati Uniti gli chiederanno di fare”. Faranno quello che vogliamo e nient'altro. “Devono seguire i nostri ordini, ed è così che proteggeremo gli interessi della Somalia”.

“Quando ho sentito che persone che si definiscono somali avevano firmato un accordo con l’Etiopia, diverse persone mi hanno contattato e mi hanno detto che dovevo parlare con il governo americano”, ha detto Omar. “Hanno chiesto: cosa farà il governo degli Stati Uniti?” La mia risposta è stata che il governo degli Stati Uniti farà ciò che gli chiederemo di fare. “Questa è la fiducia che dobbiamo avere come somali”.

Questa è una dimostrazione del potenziale potere politico dei somali americani nell’influenzare la politica statunitense. Tale influenza politica è comune tra le comunità americane di diverse etnie o background di immigrati, sia che si tratti dell’influenza ebraico-americana su Israele, del sostegno irlandese-americano all’Irlanda, dell’opposizione cubano-americana al governo cubano e così via.

READ  Straordinario/Covid-19: la Francia non è l'unico Paese che "fa arrabbiare i non vaccinati"

Anche i suoi commenti sulla regione separatista del Somaliland sono coerenti con la politica statunitense. Gli Stati Uniti non riconoscono il Somaliland e sostengono una Somalia unificata.

Sebbene la risoluzione di Green sia basata su un errore di traduzione, è privilegiata, nel senso che entrerà in vigore entro due giorni legislativi, dove potrà essere presentata e respinta o votata dall'intera Camera.

Imparentato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *