L'Università Kenyatta riceve una sovvenzione di 222 milioni di scellini per la ricerca

L'Università Kenyatta riceve una sovvenzione di 222 milioni di scellini per la ricerca
Ingresso principale all'Università Kenyatta. [File, Standard]

Gli studenti di due università locali beneficeranno di un progetto di ricerca internazionale ben finanziato e di un fiorente consorzio di università di livello mondiale.

L'Università di Nairobi e l'Università Kenyatta si uniscono a una rete di ricercatori esperti e di nuova generazione provenienti dall'Europa e dalla Corea del Sud.

Le università hanno ricevuto complessivamente 222,33 milioni di scellini (1.292.600,00 euro) da Horizon Europe, l'iniziativa faro di Marie Curie per la mobilità dei dipendenti dell'UE per la ricerca e l'innovazione.

Questo approccio globale consentirà ai ricercatori di acquisire conoscenze dirette e approfondite su argomenti di ricerca rilevanti e di sviluppare competenze attraverso il networking e la formazione.

Ciò migliorerà anche la loro occupabilità e gestirà i futuri talenti sfruttando e trasformando la formazione imprenditoriale globale.

Il progetto Global Entrepreneurship Talent Management 4 (GETM4) collegherà 11 università in nove paesi mappando le complesse dinamiche dei singoli imprenditori in tutto il mondo e rivelando i loro ruoli, posizioni e aspettative nell’innovazione durante le emergenze.

Cerca inoltre di esaminare il ruolo più ampio delle industrie nell’anticipare e adattarsi alla disruption, con particolare attenzione all’imprenditorialità strategica all’interno delle organizzazioni.

Inoltre, il progetto mira a identificare sinergie e sviluppare strategie che integrino perfettamente le competenze imprenditoriali e i processi di mentoring nei corsi STEM.

Il progetto sarà sviluppato attraverso diversi programmi di scambio tra istituzioni partner basati sul principio che affrontare la crisi globale richiede team di ricerca globali.

Il progetto, iniziato presso la Technological University Dublin (TUD), School of Computer Science (City) Ireland, durerà quattro anni, da novembre 2023 a novembre 2026.

Altri consorzi partner comprendono gruppi di ricerca transnazionali, interdisciplinari, intergenerazionali, intersettoriali e con equilibrio di genere, tra cui la Kyungpook National University in Corea del Sud, la Chonnam National University, la Dublin City University (Irlanda), l'Università di Tallinn (Estonia) e Lubiana ( Slovenia).

READ  Incendi in Canada: l'aiuto globale arriva mentre il Quebec combatte gli incendi "storici".

Le istituzioni internazionali che hanno ricevuto questa opportunità sono la Northumbria University (Regno Unito), la Technological University Dublin (Irlanda), l'Università di Varsavia (Polonia), la Cyril and Methodius University (Macedonia del Nord) e l'Università Adolfo Ibáñez (Cile).

I cinque partner industriali che aderiranno al consorzio sono Fundacja Po Drugie (Polonia), SAP SSC (Irlanda), Macedonian Human Resources Association (Macedonia), MEDIADE (Slovenia), EKO Integrated Services (Irlanda) ed ESEN (Estonia).

GETM4 organizzerà 368 scambi di personale e una serie di cave di sabbia a rotazione tra le istituzioni partner.

La ricerca sarà supportata da una prospettiva di “impatto rispettoso” in cui la ricerca e l’innovazione devono essere rispettosamente trasferite e tradotte tra il Sud e il Nord del mondo e la conoscenza deve essere condivisa equamente e in tutte le direzioni.

Il progetto si concentrerà sulla ricerca approfondita di questioni specifiche dal punto di vista di diverse parti interessate, tra cui studenti/laureati, istituti di istruzione superiore e datori di lavoro.

Il progetto integrerà i risultati della ricerca e svilupperà il modello GETM attraverso dimensioni di generazioni, genere, discipline, paesi, settori e parti interessate e garantirà il trasferimento e la diffusione dello sviluppo e della conoscenza dei ricercatori.

Genererà inoltre un impatto sulle capacità di ricerca attraverso la mobilità e la collaborazione internazionale, fornirà ai ricercatori approfondimenti diretti e approfonditi su questioni specifiche da diverse prospettive e svilupperà capacità di ricerca attraverso il networking e la formazione integrati negli eventi Sandpit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *