L’italiano Francesco Bagnaia, campione del mondo per la seconda volta

L’italiano Francesco Bagnaia, campione del mondo per la seconda volta

Ed eccolo qui, membro di un club molto esclusivo. Dalla creazione della classe MotoGP nel 2002, ha sostituito la 500cc3Prima di lui, solo l’italiano Valentino Rossi e lo spagnolo Marc Marquez sono riusciti a mantenere il titolo di campione del mondo. Domenica 26 novembre, a Valencia (Spagna), il torinese Francesco Bagnaia è riuscito a mantenere il titolo nella prima categoria velocità.

Leggi anche: MotoGP: Francesco Bagnaia e Jorge Martin si contenderanno il titolo mondiale nell’ultimo Gran Premio della stagione

Il pilota del team ufficiale Ducati ha vinto l’ultimo Gran Premio dell’anno, la sua settima vittoria dell’anno. Ha concluso la stagione con 39 punti di vantaggio in classifica sullo spagnolo Jorge Martin (Ducati-Pramac), ed è l’unico uomo in grado di competere con lui per il titolo mondiale prima degli ultimi giri della stagione.

Prima del Gran Premio di Valencia, Francesco Bagnaia, 26 anni, era 14 lunghezze avanti a Martin, 25 anni, e gli appassionati di sport motoristici hanno tirato fuori la calcolatrice per immaginare tutti gli scenari possibili. Insomma, all’italiano sarebbe stato garantito il titolo mondiale se avesse concluso la gara tra i primi cinque, e lo spagnolo ha dovuto concludere la gara sul podio e contare su una prestazione debole del suo rivale (6H Se Jorge Martin arriva primoQualunque11H Se Jorge Martin arriva secondoHe 15H Se Jorge Martin si classifica terzoH).

Giovanni Zarco III

Tutte queste aspettative sono andate in frantumi il 6H Turno del Gran Premio quando Jorge Martin si è scontrato con il connazionale Marc Márquez in una lunga curva a destra e ha dovuto sparare direttamente sulla ghiaia prima di cadere. Tre giri prima, lo spagnolo era già vicino all’eliminazione dopo aver colpito Francesco Bagnaia alla fine di un lungo rettilineo, mentre i due occupavano le prime due posizioni del Gran Premio.

READ  La Presidente del Consiglio Italiano rinnova il suo sostegno - Sport & Société

Dopo il ritiro di Jorge Martin, Francesco Bagnaia si era assicurato il titolo mondiale, ma non ha allentato i suoi sforzi. Dietro di lui, l’italiano Fabio Di Giannantonio (Ducati-Gresini) e il francese Johann Zarco (Ducati-Pramac) si sono lanciati con forza fino all’ultima curva, sfidandolo alla vittoria. Come nella sua stagione, in cui è riuscito a mantenere la calma quando Jorge Martin ha ottenuto una serie di successi, Francesco Bagnaia ha comunque mantenuto qualche decina di centimetri di vantaggio sul suo secondo classificato di giornata.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Moto: La Ducati Saga, come il team italiano ha battuto le grandi vetture giapponesi

All’italiano non restava che festeggiare il suo secondo titolo iridato con i membri della sua squadra e gli spettatori del circuito di Valencia, in un’atmosfera completamente diversa da quella della tribuna Ducati-Pramac, dove Jorge Martin lo ha schiacciato con qualche lacrima.

Per quanto riguarda i francesi, Johann Zarco si è classificato terzoH Nel suo ultimo Gran Premio ha gareggiato per la Ducati-Pramac prima di passare al team Honda-LCR. Questo è il 6H Un podio in una stagione segnata dal primo successo nel campionato australiano MotoGP. Fabio Quartarao è all’11° postoH Non è mai riuscito a prendere il comando della sua Yamaha.

Leggi anche: Johann Zarco vince il Gran Premio d’Australia e ottiene la sua prima vittoria nel Campionato del Mondo MotoGP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *