L’Irlanda continua la corsa netta in Italia (34-20)

L’Irlanda continua la corsa netta in Italia (34-20)

Il XV di Clover aveva già intascato il bonus offensivo in contropiede grazie a quattro mete scolastiche. Ma ha dovuto attendere l’equipaggio della quinta ala e la seconda dell’ala Mac Hansen a dieci minuti dalla fine, per eliminare completamente gli azzurri, rimasti in partita grazie alla meta poco prima dell’intervallo di Pierre Bruno (24- 17 nel primo tempo). ).

Nella corsa per il Grande Slam

Con tre vittorie bonus in altrettante partite, l’Irlanda continua a dirigersi verso un potenziale primo campionato importante dal 2018. Tuttavia, deve ancora convalidare questo impressionante inizio del torneo in Scozia, l’unica altra squadra imbattuta prima della partita contro la Francia sul domenica, prima di ospitare l’Inghilterra nell’ultima giornata.

Con una squadra in gran parte riformulata (sei cambi) rispetto ai 15 vincitori dei Blues (32-19), assenti in apertura in particolare Johnny Sexton e il centro Gary Ringrose, entrambi infortunati, l’Irlanda ha rapidamente dominato le operazioni con le loro rapide palle perse e l’impatto fisico. La seconda fila James Ryan (3°), il linebacker Hugo Keenan (13°), il centro Bondi Ake (20°), uno dei nuovi titolari di questo rinnovato 15° irlandese, e Hansen (35°) hanno rapidamente ottenuto l’attacco bonus.

Ancora una volta, l’Italia era difficile da controllare.

Vincenzo Pinto/AFP

L’Italia è ben presente

Ma gli irlandesi hanno scoperto anche un nuovo entusiasmo italiano, nato dalle vittorie dello scorso anno contro Galles e Australia. Fatti i complessi, gli azzurri prendono confidenza con una meta veloce di Stephen Varney che permette loro di passare in vantaggio per qualche istante (7-5, 7) e poi riescono a restare in partita grazie ad una meta di Pierre Bruneau, che va in vantaggio i suoi per mantenere viva la speranza di un Olimpico pieno (51.000 spettatori) dopo un intercetto.

READ  Milan-Inter. A che ora e su quale canale televisivo si potrà vedere la partita dello Scudetto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *