L'ex presidente Donald Trump ha vinto le primarie repubblicane nella Carolina del Sud, sconfiggendo l'ex governatore Nikki Haley.

L'ex presidente Donald Trump ha vinto le primarie repubblicane nella Carolina del Sud, sconfiggendo l'ex governatore Nikki Haley.

Sabato sera l'ex presidente Donald Trump ha sconfitto Nikki Haley alle primarie presidenziali repubblicane nella Carolina del Sud.

L'Associated Press ha dichiarato la corsa a favore di Trump, aumentando le sue vittorie negli stati di Iowa, New Hampshire e Nevada.

Un’altra sconfitta per Haley, l’ultima candidata rimasta contro Trump, non farebbe altro che aumentare la pressione su di lei affinché si ritiri dalla corsa.

Tuttavia, la signora Haley ha annunciato che rimarrà in corsa per la nomina repubblicana almeno fino al 5 marzo, quando più di un terzo dei delegati saranno assegnati da 16 stati come parte del concorso del Super Tuesday.

Il consenso sul campo è che “alla gente piace Nikki Haley ma piace Donald Trump”, ha detto Anneliese Nelson, corrispondente da Washington di Sky News Australia dalla Columbia, nella Carolina del Sud.

Nikki Haley è intervenuta alle manifestazioni, indebolendo il presidente Biden poiché ha definito “fascisti” coloro che non lo sostengono, mentre Trump ha definito “parassiti” coloro che non lo supportano.

“Cosa facciamo? Non è così che dovremmo essere… Dobbiamo essere di nuovo normali”, ha detto la signora Haley.

Nel frattempo, Trump ha affermato che un voto per la signora Haley è un voto per il presidente Biden a novembre.

“Un voto per Trump è un voto per licenziare Joe e un voto innanzitutto per l'America e per rendere l'America di nuovo grande”, ha detto Trump.

Parlando agli elettori della Carolina del Sud, Nelson ha scoperto che molte persone avevano sentimenti contrastanti nei confronti dei candidati repubblicani, con la signora Haley non ancora fuori dalla corsa.

READ  Il sondaggio sugli elefanti del Sud Africa indica la strada (commento)

Durante la festa della vittoria in Colombia, Trump ha detto ai suoi sostenitori di “non aver mai visto” il Partito Repubblicano così unito.

“Questa è una serata meravigliosa. È una serata meravigliosa”, ha detto Trump.

“Puoi festeggiare per circa 15 minuti, ma poi dobbiamo tornare al lavoro.”

Parlando ai suoi sostenitori a Charleston, Haley ha ribadito il suo rifiuto di dimettersi e ha confermato che resterà nella corsa repubblicana.

“Ho detto all'inizio di questa settimana che, qualunque cosa accada nella Carolina del Sud, continuerò a candidarmi alla presidenza. Sono una donna di parola”, ha detto l'ex ambasciatore delle Nazioni Unite davanti a una folla di elettori entusiasti.

L'ultimo sfidante repubblicano rimasto dell'ex presidente ha affermato che gli elettori meritano una scelta in un momento in cui i sondaggi hanno costantemente dimostrato che gli americani non vogliono che Trump o il presidente Joe Biden si candidino a novembre.

La signora Healey ha confermato che rimarrà in gara prima delle primarie del Michigan di martedì e delle altre 20 gare, di cui 16 il Super Tuesday, nei prossimi 10 giorni.

“Nei prossimi 10 giorni, altri 21 stati e territori parleranno. Hanno il diritto a una scelta reale. Non a un'elezione in stile sovietico con un solo candidato. È mio dovere dare loro questa scelta”, ha detto.

“Non usciremo mai dalla spirale discendente se continuiamo a essere ossessionati dal passato. Qualcuno crede seriamente che Joe Biden o Donald Trump uniranno il nostro Paese?

“Sono grato che oggi non sia la fine della nostra storia. Domani andremo in Michigan e la prossima settimana ci dirigeremo negli stati del Super Tuesday. Continueremo a combattere per l'America e non ci fermeremo finché l'America non vincerà. “

READ  Una settimana fredda è prevista in molte parti della Namibia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *