Le filippine Aita Magbucon hanno la più alta quantità di DNA Denisoviano al mondo | La genetica, la scienza degli antichi umani

Una nuova ricerca condotta dagli scienziati dell’Università di Uppsala suggerisce che c’erano diverse specie umane antiche che abitavano le Filippine prima dell’arrivo dei tempi anatomicamente moderni. uomo sano di mente E che questi antichi gruppi potrebbero essere geneticamente imparentati.

Ritratto di una giovane donna Denisoviana basato su uno scheletro ricostruito da antiche mappe di metilazione del DNA. Credito immagine: Maayan Harel.

Da quando sono emersi dall’Africa, gli umani anatomicamente moderni si sono intrecciati e incrociati con ominidi arcaici attraverso il tempo e lo spazio.

interazioni con i Neanderthal, Denisovae, forse, altri antichi ominidi, hanno lasciato una traccia genetica indelebile nei genomi delle popolazioni attuali.

Tutti gli eurasiatici hanno livelli uniformi di ascendenza neandertaliana, mentre gli australiani sono unici Hai Alti livelli di antenati Denisova rispetto a qualsiasi altra popolazione.

Alcune popolazioni attuali nelle Filippine, che si identificano come “Negritos” e che sono geneticamente imparentate con gli Australopapuani, mostrano livelli significativi di antenati denisoviani.

Nel nuovo studio, il dottor Maximilian Larina, ricercatore presso il Dipartimento di Biologia Organica dell’Università di Uppsala, e colleghi hanno cercato di determinare la storia demografica delle Filippine.

Hanno studiato in modo completo l’antica discendenza di 1.107 individui di 118 gruppi etnici distinti nelle Filippine, tra cui 25 assortimenti di gruppi Negrito autoidentificati, insieme ai genomi ad alta copertura di Australopapuans e Eta Magbocon Negritos.

I risultati mostrano che Ayta Magbukon possiede il più alto livello di discendenza di Denisova nel mondo, coerente con un evento di mescolanza indipendente in Negritos di Denisova.

“Abbiamo fatto questa osservazione nonostante il fatto che il negrito filippino si sia recentemente mescolato con gruppi associati all’Asia orientale – che hanno pochi antenati denisoviani, diluendo così i loro livelli di antenati denisoviani”, ha detto il dott. Larina.

READ  I fisici fanno gocce quadrate e reticoli liquidi

“Se teniamo conto e nascondiamo le origini legate all’Asia orientale dei filippini Negritos, la loro discendenza denisoviana potrebbe essere fino al 46% maggiore di quella degli australiani e dei papisti”.

Insieme all’ultima scoperta Homo lozonensisI dati indicano che c’erano molte specie antiche che abitavano le Filippine prima dell’arrivo dell’uomo moderno.

“La commistione ha portato a livelli variabili di antenati di Denisovan nei genomi dei negriti filippini e papuani”, ha affermato il dott. Matthias Jacobson, ricercatore presso il Dipartimento di Biologia Organica dell’Università di Uppsala e il Paleo Research Institute dell’Università di Johannesburg.

“Sull’isola del sud-est asiatico, i Negrito filippini in seguito si mescolarono con gli immigrati dell’Asia orientale che avevano pochi antenati denisoviani, in seguito diluendo le loro antiche origini”.

“Tuttavia, alcuni gruppi, come gli Ayta Magbukon, si sono mescolati in minima parte con gli immigrati appena arrivati”.

“Per questo motivo, Ayta Magbukon ha conservato la maggior parte dei suoi antichi tratti ancestrali ed è rimasta con il più alto livello di ascendenza denisovana nel mondo”.

il le scoperte È stato pubblicato sulla rivista biologia attuale.

_____

Massimiliano Larina e altri. L’ETA filippina ha il più alto livello di asset Denisovan al mondo. biologia attuale, pubblicato online il 12 agosto 2021; doi: 10.1016/j.cub.2021.07.022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *