Laura Pausini è stata la star dell’Eurovision per questi spettatori

Yara Nardi tramite Reuters Laura Pausini è stata la star dell’Eurovision per questi telespettatori (REUTERS/Yara Nardi)

Yara Nardi tramite Reuters

EUROVISION – L’Ucraina non è chiaramente l’unica a vincere l’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest sabato 14 maggio. La cantante italiana Laura Pausini, che ha ospitato lo spettacolo insieme ad Alessandro Cattelan e alla cantante Mika, ha deliziato il cuore di molti spettatori e netizen con la sua straordinaria performance.

La 48enne superstar italiana ha presentato al pubblico un mix dei suoi più grandi successi in testa, cambiando abito e colore ad ogni titolo. Con tutte le sue forze, si stava comportando in modo straordinario Ayo Kanto, solitudine E il Le cose che vivi.

Il minimo che possiamo dire è che la star ha convinto i suoi fan. Molti sui social network pensano che sia lei la grande vincitrice di questa sera.

Laura Puccini vittima di “bassa tensione” durante la finale

E sembra che la sua brillante performance non sia stata senza conseguenze per lei da quando la cantante è scomparsa dagli schermi per circa un’ora. “Non mi sentivo bene”, ha suggerito Stephane Perrin di France 2. Ma Laura Pausini è riapparsa alla fine dello spoglio dei voti della giuria internazionale, dichiarando di avere “un eccesso di sentimenti”.

READ  Il leader separatista catalano Carles Puigdemont è stato arrestato in Italia

In seguito si è spiegata ulteriormente in un post su Instagram domenica mattina, con l’obiettivo di rassicurare i suoi fan.

“Volevo rassicurarvi e dirvi che sto bene. Durante questa finale ho avuto la pressione bassa ed è per questo che mi sono dovuto fermare per una ventina di minuti su consiglio dei medici che mi hanno aiutato e che ringrazio molto. Gli ultimi sei mesi sono stati impegnativi e ho ceduto allo stress… ma sono contento di aver concluso la serata con i miei cari compagni di viaggio Alessandro Cattelan e Mica”.

Vedi anche su The HuffPost: Eurovision 2022: Dietro ‘Fulenn’, di Alvan & Ahez, la leggenda di Katell Gollet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.