Lanciata a Mombasa la formazione dei formatori sullo strumento di monitoraggio delle prestazioni dell'EAC OSBP

Lanciata a Mombasa la formazione dei formatori sullo strumento di monitoraggio delle prestazioni dell'EAC OSBP

Ha continuato a scrivere . Pubblicato in Dogana

Sede della Comunità dell'Africa Orientale, Arusha, Tanzania, 10Giugno 2024: È iniziato a Mombasa, in Kenya, un corso di formazione per formatori (TOT) per amministratori di sistema ed esperti di sviluppo aziendale delle autorità fiscali dei paesi partner, nell'ambito dell'iniziativa comunitaria volta a promuovere l'integrazione regionale.

La formazione si concentra sullo strumento di misurazione delle prestazioni dei posti di frontiera globali della Comunità dell'Africa orientale (OSBP): EACOBMP PMTuno strumento di reporting online sviluppato per valutare le prestazioni degli OSBP nella regione.


Nel suo discorso di apertura, l'esperto di sviluppo delle capacità doganali e commerciali dell'EAC, Stephen Annalo; A nome del Segretario generale della Comunità dell'Africa orientale, Veronica Ndova, ha osservato che la Comunità dell'Africa orientale resta impegnata a facilitare il commercio in tutta la regione. “Nel tentativo di aumentare e facilitare il commercio nella regione, la comunità ha implementato vari interventi, tra cui la costruzione e il funzionamento di One Stop Border Points (OSBP)”, ha affermato Annalo.

Il funzionario dell'EAC ha sottolineato che, considerati gli investimenti significativi per raggiungere gli OSBP, è necessario monitorare le prestazioni di queste strutture per garantire che raggiungano i risultati attesi.

“Questo strumento di monitoraggio ci consentirà di monitorare le prestazioni degli OSBP e valutare il loro ritorno sull'investimento”, ha aggiunto.

L’EAC OSBP PMT è progettato per semplificare le operazioni di frontiera, ridurre i tempi di transito e migliorare l’efficienza complessiva del commercio transfrontaliero dell’Africa orientale. Misurando accuratamente le prestazioni, lo strumento fornisce dati critici per identificare i colli di bottiglia, migliorare l'allocazione delle risorse e promuovere un ambiente aziendale più agevole.

READ  L'esperto di Covid avverte del nuovo ceppo di Omicron XE poiché sono stati segnalati casi in Irlanda e condivide "grande preoccupazione"

Nello specifico, il PMT OSBP mira a fornire quanto segue:

  1. Migliorare l’efficienza operativa: ridurre i ritardi ai posti di frontiera identificando e affrontando le inefficienze.
  2. Processo decisionale basato sui dati: fornire dati affidabili per prendere decisioni informate per migliorare le operazioni di frontiera.
  3. Promuovere la crescita economica: facilitare flussi commerciali più fluidi, contribuendo così allo sviluppo economico dei paesi partner.
  4. Promuovere l’integrazione regionale: rafforzare le relazioni economiche e la cooperazione tra i paesi partner.

Il programma TOT è progettato per fornire ai partecipanti le competenze e le conoscenze necessarie per utilizzare in modo efficace OSBP PMT. I partecipanti seguiranno una formazione completa, comprese sessioni di formazione pratica e dimostrazioni pratiche, garantendo che siano ben preparati a trasferire questa esperienza all'interno delle rispettive autorità fiscali.

Il corso di formazione rappresenta un passo importante verso il miglioramento dell'efficienza del commercio transfrontaliero nella Comunità dell'Africa orientale. Dotando le autorità fiscali di esperti, l’iniziativa mira a creare un approccio più efficiente e basato sui dati alla gestione delle frontiere e a promuovere la crescita economica e l’integrazione regionale.

Lo strumento di benchmarking è stato sviluppato con il sostegno di TradeMark Africa come parte del suo sostegno ai programmi di integrazione regionale nella Comunità dell'Africa orientale.

Per ulteriori informazioni contattare:

Simon Peter Owaka
Responsabile delle pubbliche relazioniDipartimento delle comunicazioni aziendali e degli affari pubbliciSegretariato della Comunità economica dell'AfricaArusha, TanzaniaTel: +255 768 552087e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal Segretariato della Comunità dell’Africa Orientale:

La Comunità dell'Africa Orientale (EAC) è un'organizzazione intergovernativa regionale con otto (8) paesi partner, tra cui la Repubblica del Burundi, la Repubblica Democratica del Congo, la Repubblica del Kenya, la Repubblica del Ruanda, la Repubblica Federale della Somalia e il Repubblica della Somalia. Sud Sudan, Repubblica dell'Uganda e Repubblica Unita della Tanzania, con sede ad Arusha, Tanzania. La Repubblica federale di Somalia è stata ammessa nel blocco della Comunità dell'Africa orientale dal vertice dei capi di Stato della Comunità dell'Africa orientale il 24 Novembre 2023 e divenne membro a pieno titolo dei 4 Marzo 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *