La pandemia COVID-19: la ripresa economica tanto attesa nell’Eurozona

Secondo i dati diffusi alla fine della scorsa settimana, il PIL nell’area dell’euro è diminuito dello 0,6% durante il primo trimestre del 2021, indicando il ritorno della recessione. In netto contrasto con il caso di altre economie, come l’economia degli Stati Uniti, la lenta ripresa economica in Europa è spiegata dalla recrudescenza dell’epidemia di Covid-19 e dal ritardo nell’attuazione del piano di ripresa. Riprendi l’Europa.

Covid-19: torna la recessione nell’Eurozona

Secondo i dati diffusi da Eurostat venerdì 30 aprile, Il PIL è diminuito nel primo trimestre del 2021 0,6% nell’area dell’euro rispetto al trimestre precedente. Poiché il PIL era già diminuito dello 0,7% nel quarto trimestre del 2020, Questo annuncio segnala il ritorno della recessione all’interno dell’Eurozona e spinge ulteriormente le prospettive di una ripresa economica.

Designiamo con il termine Recessione Una situazione in cui il PIL di un paese scende in due trimestri consecutivi.

I principali paesi della zona euro sono colpiti da questa recessione Durante il primo trimestre del 2021, il PIL è diminuito dell’1,7% in Germania, dello 0,5% in Spagna e dello 0,4% in Italia.

La Francia è un’eccezione qui: il suo PIL è aumentato dello 0,4% durante questo periodo..
Come la Francia, altri quattro paesi dell’Eurozona hanno registrato una crescita del PIL: Belgio (+ 0,6%), Lituania (+ 1,8%), Austria (+ 0,2%) e Finlandia (+ 0,3%).

Forte contrasto con altre parti del mondo

Ritorna la recessione nell’Eurozona Contrasta nettamente con altre regioni economiche del mondo. In effetti, il file Ufficio di analisi economica BEA, l’agenzia responsabile del monitoraggio della situazione economica e della produzione di dati economici negli Stati Uniti, ha annunciato nello stesso periodo, 1,6% di crescita del PIL degli Stati Uniti nel primo trimestre del 2021.

READ  07:44 - Olio d'oliva greco, "oro verde" non sfruttato

Il divario tra le due regioni economiche si sta nuovamente allargando, come mostra il grafico sottostante. Questo confronta i percorsi del PIL negli Stati Uniti e all’interno della zona euro, sulla base di un riferimento comune: il quarto trimestre del 2019. Da allora, il livello del PIL degli Stati Uniti è stato sistematicamente più alto. Del PIL dell’Eurozona.

Alla fine di marzo 2021, gli Stati Uniti si sono quasi ripresi Il livello di attività economica alla fine del 2019Mentre il PIL dell’Eurozona è ancora inferiore di circa il 6% rispetto a prima della pandemia Covid-19.

Ci sono due fattori principali che spiegano il Si osserva una divergenza tra gli Stati Uniti e l’Eurozona :

  • Il caso dell’epidemia di Covid-19, Primo. Mentre la campagna di vaccinazione è più avanzata negli Stati Uniti, l’Europa ha visto una recrudescenza dell’epidemia all’inizio del 2021.
  • La misura in cui il bilancio sostiene le economie, poi. All’inizio di marzo, l’amministrazione Biden ha messo in atto ulteriori misure di bilancio volte a stimolare l’economia statunitense, inclusa la distribuzione di assegni alla maggior parte delle famiglie, mentre allo stesso tempo il piano di stimolo europeo è lento da attuare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *