La nuova Lamborghini Revuelto Hypercar abbellisce la scena newyorkese con un aspetto minaccioso

La nuova Lamborghini Revuelto Hypercar abbellisce la scena newyorkese con un aspetto minaccioso

Se hai sentito parlare del New York Auto Show negli ultimi anni, probabilmente è stato sulla falsariga del fatto che lo spettacolo non si avvicinava per niente a quello che era. Dai la colpa a una crisi sanitaria globale, o a uno spazio per eventi sindacalizzato con regole così rigide che gli OEM girano la testa e se ne vanno. Ma ciò non significa che i pesi massimi del settore non abbiano ancora il loro posto nella Jacob K. Javits.

17 foto

Foto: Penny Kirk/Autoevoluzione

Basta guardare la Lamborghini Revuelto del 2024, una delle prime auto della pionieristica gamma di auto halo, di cui solo cinque esemplari rappresentano l'intera storia che risale a quasi 60 anni fa. Tra la folla di altri modelli esotici, inclusi ma non limitati a Rimac, Lotus, Rolls-Royce e Porsche proprio accanto, il padiglione esotico al New York Auto Show di quest'anno è stato il momento clou dell'intero evento. Ma anche rispetto alle altre macchine costose in offerta, il Revuelto è praticamente in un campionato a parte in termini di desiderabilità.

Con un'inconfondibile silhouette in stile Lamborghini che può essere associata solo al marchio, la Revuelto almeno sembra la parte. Ma per una ragione evidente, la Revuelto è diversa da qualsiasi Lambo precedente. Naturalmente il motivo è che questo dispositivo è un ibrido plug-in. Non è un ibrido leggero come la Sián FKP 37 o il revival Countach basato su Aventador, ma è più vicino alla Toyota Prius Prime nel design della trasmissione che a una supercar della vecchia scuola.

Con un V12 da 6,5 ​​litri e 814 cavalli per completare un set di tre motori elettrici, la potenza combinata di 1.001 cavalli eguaglia quella di un'altra supercar sotto l'ombrello Volkswagen. Ne conosciamo tutti uno. Ma qui, dal vivo, il Revuelto non era altro che abbagliante nel suo aspetto. Soprattutto quando è decorata con l'iconica vernice Lambo Yellow, è come se si potessero visualizzare i 60 anni di storia delle supercar Lamborghini nei minimi dettagli dell'ultima edizione. È tutto grazie ai progetti creati dal designer automobilistico tedesco Mitya Burkert, lo stesso uomo dietro l'aspetto della Porsche Panamera, della 987 Boxster e della Sián menzionate sopra.

READ  La nuova legge dell'UE impedisce ad Apple di accedere alle funzionalità hardware e software

Da ogni angolazione immaginabile, la Revuelto trasuda mascolinità in un modo che i seguaci della Lambo temono non si traduca bene nell'elettrizzante linguaggio di design imposto su tutto, dalla piccola auto più economica alla supercar più preziosa. Se ci fossero dubbi sulla legittimità del Revuelto di portare avanti l'eredità di Miura, Countach, Diablo, Murcielago e Aventador, considerate tali preoccupazioni dissipate da questo punto in poi. L'unica cosa che resta ora è trovare qualcuno abbastanza pazzo da permettercelo di provarlo. Ma non prima che Jeremy Clarkson, Doug DeMuro e un centinaio di altri influencer arrivassero per primi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *