La nuova funzionalità del codice segreto di WhatsApp consente agli utenti di proteggere le conversazioni private con una password

La nuova funzionalità del codice segreto di WhatsApp consente agli utenti di proteggere le conversazioni private con una password

01 dicembre 2023redazionePrivacy/protezione dei dati

WhatsApp di proprietà di Meta ha lanciato una nuova app codice segreto Una funzionalità che aiuta gli utenti a proteggere le conversazioni sensibili con una password personalizzata sulla piattaforma di messaggistica.

Era il vantaggio descritto Come “un ulteriore modo per proteggere quelle chat e renderle più difficili da trovare se qualcuno ha accesso al tuo telefono o condividi il telefono con qualcun altro”.

Il codice segreto si basa su un’altra funzionalità chiamata Blocco chat A maggio, WhatsApp ha annunciato che avrebbe spostato le chat in una cartella separata in modo che fosse possibile accedervi solo fornendo la password del dispositivo o i dati biometrici.

Sicurezza informatica

WhatsApp ha indicato che impostando una password univoca per queste chat bloccate diversa dalla password utilizzata per sbloccare il telefono, l’obiettivo è quello di offrire agli utenti un ulteriore livello di privacy.

Ha aggiunto: “Avrai la possibilità di nascondere la cartella Chat bloccate dall’elenco delle chat in modo che possano essere scoperte solo digitando il tuo codice segreto nella barra di ricerca.”

Questo sviluppo arriva settimane dopo che WhatsApp ha introdotto la funzione “Protezione dell’indirizzo IP nelle chiamate”, che nasconde gli indirizzi IP degli utenti ad altre parti trasmettendo le chiamate attraverso i suoi server.

Ciò fa seguito anche agli appelli del governo francese che esorta ministri, ministri degli esteri e membri del gabinetto ad astenersi dall’utilizzare app di messaggistica popolari come WhatsApp, Signal e Telegram a favore di alternative locali come Cap (Basato su Protocollo a matrice) E Olvidio Entro l’8 dicembre 2023.

Sicurezza informatica

La notizia che era Segnalato per la prima volta Le Point ha citato un documento circolante in cui si afferma: “Questi strumenti digitali non sono esenti da vulnerabilità di sicurezza e quindi non garantiscono la sicurezza delle conversazioni e delle informazioni condivise attraverso di essi”.

READ  Rilascio Steam dell'emulatore Dolphin "Rinviato a tempo indeterminato"

In risposta, Meredith Whittaker, presidente di Signal, ha risposto alla decisione del governo francese, È utile, “Questa affermazione non è supportata da alcuna prova ed è pericolosamente fuorviante, soprattutto se proveniente dal governo”. Will Cathcart, presidente di WhatsApp, Lui ha acconsetito“Siamo della stessa opinione”, ha detto.

Hai trovato interessante questo articolo? Seguici Twitter E LinkedIn Per saperne di più dei contenuti esclusivi che pubblichiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *