La Cina manda nello spazio il suo equipaggio di astronauti più giovane

La Cina manda nello spazio il suo equipaggio di astronauti più giovane

La Cina ha inviato giovedì 26 ottobre un equipaggio di astronauti nello spazio, sulla Stazione Spaziale di Tiangong, con l’obiettivo di approfondire le proprie conoscenze sul volo umano.

Il trio della missione Shenzhou-17 è decollato a bordo di un razzo Long March 2F alle 11:14 ora locale (5:14 ora di Parigi) dal centro di lancio di Jiuquan nel deserto del Gobi (nord-ovest), secondo quanto riportato dal New York Times. Agenzia di stampa cinese (Xinhua). Immagini dalla televisione di stato CCTV.

Tra loro ci sono il leader Tang Hongbo, nato nell’ottobre del 1975 e di circa quarant’anni, il suo collega Tang Xingjie (33 anni), nonché Jiang Xinlin (35 anni). L’età media dell’equipaggio è di 38 anni, rispetto ai 42 anni della precedente missione Shenzhou-16.

La luna nell’obiettivo della fotocamera in Cina

La nave deve attraccare all’unità centrale della stazione Tiangong (“Palazzo Celeste”). “Circa sei ore e mezza.” Lo ha detto mercoledì dopo il decollo il portavoce del programma spaziale cinese Lin Xiqiang. Si prevede che la loro permanenza a Tiangong durerà sei mesi.

Questa esperienza è preziosa per il colosso asiatico, che mira a mandare un uomo cinese sulla Luna entro il 2030, uno degli obiettivi principali di un programma spaziale che procede costantemente da diversi decenni.

Tiangong, ora completato, è nella sua forma finale a forma di T da diversi mesi. È di dimensioni simili all’ex stazione sovietica russa Mir, ma è molto più piccola della Stazione Spaziale Internazionale. Conosciuto anche come CSS (per “Stazione Spaziale Cinese” in inglese), deve rimanere nell’orbita terrestre per almeno dieci anni.

READ  Scienza: il nostro mondo è solo un videogioco?

La Cina è stata in parte spinta a costruire la propria stazione dal rifiuto degli Stati Uniti di consentirle di partecipare alla Stazione Spaziale Internazionale. Quasi ogni cooperazione tra le autorità spaziali americane e cinesi è vietata dalla legge statunitense. Tuttavia, il gigante asiatico vuole implementare la cooperazione internazionale attorno a Tiangong, soprattutto nella conduzione di esperimenti.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati La Cina vede l’esplorazione spaziale come un grosso problema, ma non piace più agli occidentali

Il mondo con l’Agence France-Presse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *