iOS 15.2 non disabilita più Face ID su iPhone 13 dopo la sostituzione dello schermo

Dopo l’annuncio dell’iPhone 13 a settembre, molti negozi di riparazione hanno notato che lo schermo del dispositivo non può essere sostituito senza disabilitare Face ID. Dopo diversi reclami, Apple ha confermato che non limiterà la sostituzione dello schermo fai-da-te per l’iPhone 13 e ora tali restrizioni sono scomparse con l’ultima versione beta di iOS 15.2.

Come mostrato in un video dall’officina di riparazione corretta (attraverso Il bordo), iOS 15.2 beta non disabilita più Face ID quando un utente sostituisce lo schermo dell’iPhone 13 con un altro senza spostare il microcontrollore dal telefono originale all’altro. In precedenza, se lo schermo veniva sostituito senza cambiare il microcontrollore, Face ID smetteva di funzionare.

Come ha spiegato di recente iFixit, tale restrizione rende le riparazioni di iPhone più difficili per i negozi indipendenti. Fortunatamente, gli utenti che hanno scelto di non portare il proprio iPhone 13 presso Apple o presso un centro di riparazione autorizzato non avranno problemi con Face ID.

Questa mossa arriva sulla scia di un annuncio di Apple all’inizio di oggi in cui la società ha confermato per la prima volta, Fornirà agli utenti parti originali di iPhone e Mac Interessato a riparare l’hardware stesso? Inizialmente, il programma fornirà parti dello schermo, della batteria e della fotocamera per i modelli di iPhone 12 e iPhone 13.

Puoi guardare il video qui sotto che mostra Face ID che funziona su iPhone 13 con uno schermo sostituito:

Vale la pena notare che sebbene Face ID ora funzioni dopo aver sostituito lo schermo, gli utenti vedranno comunque un messaggio che lo schermo non è originale, ma almeno possono continuare a utilizzare tutte le funzionalità dell’iPhone.

READ  L'ordine di lavoro di Steve Jobs del 1973 sarà messo all'asta

Non si sa quando iOS 15.2 sarà ufficialmente disponibile per gli utenti.

Leggi anche:

FTC: Usiamo i link di affiliazione per guadagnare. di più.


Dai un’occhiata a 9to5Mac su YouTube per ulteriori notizie su Apple:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *