“Indosso il velo e ci gioco, è personale…”

“Indosso il velo e ci gioco, è personale…”

Una giocatrice dal carattere forte, Karichla Ekoh, terzino destro di 24 anni (25 il 4 marzo) assume le sue scelte forti. La nativa di Clichy, passata da Aulnay, Nantes, Besançon, Celles sur Belle, Fleury les Aubrais, St-Maur e Chambray, rimane estremamente ambiziosa quando ha appena lasciato Chambray per Erice in Italia. Intervista realizzata per Handball Magazine e Le Quotidien du Sport.

Qual è la tua attuale situazione sportiva?

Sono in Sicilia da gennaio e indosso i colori del club ericino.

Perché hai lasciato Chambray durante la stagione?

Ad un certo punto, non viviamo per le persone, ma per i nostri obiettivi e per ciò che possiamo portare o meno. Penso che Mathieu Lanfranchi (l’allenatore, NdR) non abbia avuto la franchezza di dirmi certe cose, ovvero che non mi vedeva nel suo progetto di gioco, me ne sono accorto davvero quando abbiamo fatto una mossa e stavamo guidando di più di 10. Sono entrati tutti tranne me! Mi sono detto: o non sei più utile nella squadra o stai disturbando e sei di troppo.

Quindi ho preferito andarmene. Tuttavia, ho avuto un buon feeling con i leader. Ma sono abbastanza maturo e responsabile da capire quando un allenatore ha bisogno di te oppure no. Non devi negare. Così ho fatto le valigie. Sono entrato in contatto con buoni club francesi come Metz, Parigi, Nizza, ma anche club all’estero. Questa opportunità italiana si è presentata.

Perché in Francia con questi club menzionati questo non si è concretizzato?

Per la maggior parte mi vedono come uno ingestibile, uno che fa tanti club senza finire i contratti. Ma finché c’è la prestazione… La vita di una sportiva di alto livello è fatta di contratti, opportunità, ruoli migliori da ricoprire. Queste condizioni devono essere soddisfatte.

READ  sulla strada del 21 per Nadal, ancora Medvedev

Ma anche avere stabilità in una carriera sportiva aiuta, no?

Ma cosa significa stabilità? Posso essere molto stabile prestazioni di allineamento. Facciamo uno sport di squadra, ma se non ho interesse a stare da qualche parte, perché dovrei? È la mia natura e non ho neanche mamma e papà dietro di me. Prendiamo l’esempio di Fleury. Avevo firmato lì per due anni più uno. Mi sentivo molto bene in questo club, mi ero ambientato bene. Quando siamo stati retrocessi in seconda divisione, mi ha fatto male.

Al termine della stagione 2017/2018, sei stato votato come la migliore speranza del campionato francese. Sei soddisfatto della traiettoria intrapresa dalla tua carriera?

Possiamo sempre fare di meglio. Tuttavia, se avessi potuto evitare certe cose, non le avrei fatte. Questo non mi ha aiutato ulteriormente.

“La federazione e l’IHF accettano che giochiamo con il velo”

Di cosa stai parlando ?

È sempre delicato parlare di Nantes. Ma quando le cose andarono male con il signor Ponroy e con i dirigenti del club in quel momento, non stavamo parlando dei Neptunes, ma del Nantes Atlantique Handball. In particolare, sono stato vittima di molestie in questo locale. Abbiamo mantenuto più il lato della ragazza arrabbiata che ne era stufa piuttosto che fermarci davvero sul problema che ho appena accennato.

In seguito, quando il presidente Ponroy costruirà un caso contro di te e lo invierà a tutti i presidenti dei club francesi, ti seguirà per tutta la vita. Questo file verrà rimosso quando gioco in Champions League con un grande club o quando dall’estero parlerò di me e chiuderò la bocca. Diremo quindi che sono cambiato quando è stato fatto per molto tempo. Rimango orgoglioso del mio viaggio. Tuttavia, non ero circondato.

READ  Italia: l'esordiente Correa strappa l'Inter dal tranello contro il Verona (3-1)

Ho anche imparato dai miei errori. Finirò già questa stagione. O continuerò in questo club dove mi sento bene o si presenterà un’occasione migliore e la coglierò. Non sono partito per una vita agiata, ma per giocare ai massimi livelli e competere in Champions League. E vincerlo perché è un gol.

Sono stato campione d’Europa nel 2017 (con gli U19), campione di Francia nel 2021 (in seconda divisione con Celles-sur-Belle), vice-campione d’Africa (2021 e 2022), MVP nella squadra francese junior, ho avuto selezioni UN ‘. Insomma, vincere la Champions League sarebbe enorme. Ma prima di proiettarmi su questo tipo di obiettivo, voglio già diventare campione italiano.

Karichma Ekoh non è soddisfatta di Les Bleues

Difendi i colori del Camerun dal 2021. Non c’è stata una piccola fitta al cuore a non continuare a farlo con la Francia perché brillavi di speranza?

Sono partito per suonare la mia prima selezione con il Camerun punto nel mio orgoglio. C’erano alcune ragazze della mia età che sono state prese e non io quando per me andava bene. Allora mi sono detto: farò esperienza in una selezione africana e perché no in Camerun. I miei genitori sono camerunesi. Io sono fiero. Ho fatto quello che potevo con il Camerun.

A che punto sei con la selezione camerunese?

Non so cosa sia veramente. Ci sono molti problemi da risolvere. L’ex management di Fécahand ha sottratto fondi. C’erano degli arretrati. Stiamo ancora aspettando quanto detto e programmato alla base. Non sono un volontario. Il mio unico sostentamento è la mano. Dal momento in cui non manteniamo ciò che diciamo, se non mi piace, mi allontano. Non distruggerò la mia salute per questo.

READ  La nostra top dei migliori ristoranti italiani a Parigi

Quindi se domani avrò l’opportunità di vestire la maglia blu, bianca, rossa, sarà con grande orgoglio. Amministrativamente parlando, dobbiamo aspettare due anni dalla fine del 2022 quando si è conclusa con il Camerun. Sarò quindi di nuovo potenzialmente selezionabile. Difendere i colori tricolori sarebbe magnifico. Davvero simbolico e forte per me. Finire con una selezione prima della fine della mia carriera sarebbe bello.

Giochi con un hijab, che non piace a tutti…

Indosso il velo e ci gioco. È strettamente personale. Non c’è polemica. La Federazione e l’IHF lo accettano. Era così deciso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *