In viaggio verso l’Italia – Julien Stock è di nuovo in corsa per il titolo mondiale

In viaggio verso l’Italia – Julien Stock è di nuovo in corsa per il titolo mondiale

150 g di pollo, 120 g di riso, una banana e tre datteri. Di questo passo, l’azienda “Comme j’aime” del pasto dimagrante a domicilio dovrà stringere la cinghia. State tranquilli, Julien Stock non è il nuovo consulente dietetico della marca che inonda gli schermi televisivi, si prepara a gareggiare nel campionato mondiale di natural body building per disabili che si terrà il 3 novembre a Perugia, in Italia, nella 180 km da Roma.

“Da quando ho vinto il titolo di campione europeo lo scorso luglio, ho preso addirittura due chili e tuttavia sono più asciutto. Ho costruito muscoli e soprattutto non grasso”, dice il Valloirien in mezzo alle sue macchine installate nel suo seminterrato, dove si allena ogni giorno, “anche se frequento ancora la palestra Bodyform a Montceau-les-Mines”.

Julien Stock è diventato un esteta del corpo con muscoli sporgenti che lo hanno portato al gradino più alto del campionato francese nel maggio 2023 e al titolo europeo di bodybuilding a Salamanca, in Spagna. Questa volta ha intenzione di salire un gradino in più e raggiungere il tetto del mondo a Perugia.

Lui è pronto. “Sono carico, darò tutto, sono condizionato come non mai”, ammette. Domenica ha provato le sue scale e le sue pose in video, davanti a un professionista del bodybuilding, Jimmy Hoarau. Ma prima di volare in Italia accompagnato da suo figlio, Julien Stock si rimetterà in forma partecipando domenica 29 ottobre a Colombes ad un gala internazionale di body building su invito dell’organizzatore, Joël Gata, che lo aveva notato al campionato francese.

Una pizza e un tiramisù.

Comunque !

Chi ha fatto del suo handicap un punto di forza, continua quindi la sua ascesa e anche se si mette a dieta _ zero carboidrati per tre giorni bevendo acqua salata prima di privarsene a fine settimana _, sa bene che “ per fare bene bisogna soffrire” perché il nostro campione d’Europa crede nella sua stella. Nella comunità dei disabili si sta facendo un nome. Anche il suo fornitore gli ha inviato una protesi di aspirazione: “Mi sento come se fossi in una pantofola”, dice ancora stupito.

READ  Remiremont – Settimana italiana alla residenza Léon Werth – Remiremontvallées.com

Lui, che cercava anche lui un lavoro, lo ha trovato. “Sono un educatore al Prado di Montceau-les-Mines.” Venti ore settimanali che gli danno il tempo di allenarsi e anche di riunire abbastanza partner per coprire le spese di viaggio e soggiorno a Perugia. “Prendo un volo per Roma poi un’auto a noleggio e ho noleggiato un Airbnb.”

Oggi Julien Stock ha guadagnato fiducia. “La mia posa rimane la stessa di prima ma ho guadagnato in eleganza e disinvoltura”, spiega. Più la concorrenza si avvicina, più entra nella sua bolla. “Mi piace stare da solo a spingere la ghisa nella mia cantina con il berretto in testa.” Stile roccioso.

La sera del 4 novembre, subito dopo la prova, si ripromise una cosa: «con mio figlio andremo a goderci una pizza e un tiramisù». È enorme!

Jean Bernard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *