Il vertice speciale USA-ASEAN: un altro tentativo di provocare la Cina?

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (al centro) partecipa al vertice speciale tra gli Stati Uniti e l’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti a Washington, DC, 13 maggio 2022. / VCG

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (al centro) partecipa al vertice speciale tra gli Stati Uniti e l’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti a Washington, DC, 13 maggio 2022. / VCG

Il 12 e 13 maggio, l’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) e gli Stati Uniti hanno tenuto un vertice speciale a Washington, DC per celebrare quattro decenni e mezzo di relazioni di dialogo tra l’ASEAN e gli Stati Uniti. Dopo il vertice, la Casa Bianca ha immediatamente rilasciato la Joint Vision Statement, fornendo al pubblico maggiori informazioni sull'”impegno duraturo” degli Stati Uniti nei confronti dell’ASEAN.

Il manifesto di oltre 2.500 parole traccia un quadro completo di cooperazione tra gli Stati Uniti e l’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico, che copre le relazioni economiche, la cooperazione marittima, la pace, le relazioni interpersonali, lo sviluppo subregionale, le tecnologie, i cambiamenti climatici, ecc.

Nell’attuale contesto della competizione strategica complessiva tra Stati Uniti e Cina, in cui l’ASEAN è diventato un punto focale sul campo di battaglia, alcune parti della dichiarazione meritano un’attenzione particolare.

Interdipendenza economica: la nuova cooperazione sposterà l’equilibrio?

La dichiarazione affronta vari argomenti relativi alle relazioni economiche e alla connettività, come il commercio e gli investimenti, le infrastrutture e le catene di approvvigionamento, nonché alcuni modi concreti per attuare una nuova cooperazione, come l’accordo quadro ASEAN-USA per il commercio e gli investimenti e la partecipazione economica estesa. Piano d’azione delle iniziative.

READ  Ottimo punteggio per Google e Meta. La Russia punisce le aziende statunitensi, non rimuove i contenuti vietati | Aeroslas

Anche se non esplicitamente dichiarato, il contenuto di questa sezione della dichiarazione è ampiamente conforme all'”Indian and Pacific Economic Framework” (IPEF) degli Stati Uniti. L’IPEF è uno sforzo degli Stati Uniti per contrastare l’influenza della Cina e ripristinare la sua leadership economica nella regione Asia-Pacifico. Prima del vertice, il concetto di IPEF era molto vago.

Al momento, il commercio della Cina con l’ASEAN è molto più di quello degli Stati Uniti. Inoltre, attraverso il Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP), di cui gli Stati Uniti non fanno parte, la Cina sta diventando sempre più integrata con l’ASEAN.

Di recente, la Cina ha presentato domanda per aderire all’Accordo globale e progressivo per il partenariato transpacifico (CPTPP) dal quale l’allora presidente Donald Trump si è ritirato. Anche gli Stati Uniti sono in ritardo rispetto alla Cina negli investimenti infrastrutturali, con la Belt and Road Initiative cinese che ha avuto un lodevole successo nell’ultimo decennio.

Il segretario al Commercio degli Stati Uniti Gina Raimondo, di fronte in rosa, parla ai delegati durante il vertice speciale dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) degli Stati Uniti a Washington, DC, 12 maggio 2022. / VCG

Il segretario al Commercio degli Stati Uniti Gina Raimondo, di fronte in rosa, parla ai delegati durante il vertice speciale dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) degli Stati Uniti a Washington, DC, 12 maggio 2022. / VCG

Il vertice sembra aver portato idee più concrete su un’ulteriore cooperazione nell’economia internazionale, compreso l’IPEF. Tuttavia, il suo sviluppo futuro dipende ancora dall’attuazione delle proposte pertinenti e il processo di sviluppo potrebbe essere lungo.

READ  Как избавится от зимнего жира – диетолог рассказала о простом способе

Il conflitto tra Russia e Ucraina: l’ASEAN è stato messo da parte?

Il problema che è difficile evitare è il conflitto tra Russia e Ucraina. La sezione finale della dichiarazione ribadisce generalmente che entrambe le parti dimostrano “rispetto per la sovranità, l’indipendenza politica e l’integrità territoriale” e “richiedono il rispetto della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale”. Sottolinea inoltre l’importanza di raggiungere “una soluzione pacifica e l’assistenza umanitaria”.

Poche indicazioni si possono trovare sul potenziale impatto di questo vertice sull’atteggiamento dell’ASEAN nei confronti del conflitto tra Russia e Ucraina. Attualmente, le opinioni regionali sono contrastanti. La condanna politica dell’azione della Russia in Ucraina è stata respinta da molti membri dell’ASEAN. Sebbene gli Stati Uniti abbiano voluto sfruttare il vertice come un’opportunità per perseguire un’alleanza contro la Russia, potrebbero aver incontrato difficoltà.

In primo luogo, la Russia ha un grande volume di vendite di armi a molti membri dell’ASEAN. Preservare in una certa misura le relazioni con la Russia aiuta anche ad affrontare le preoccupazioni dell’ASEAN sul coinvolgimento di più nella “battaglia” tra Cina e Stati Uniti.

Se gli Stati Uniti abbiano spinto i leader dell’ASEAN a schierarsi con o, almeno, a limitare gli acquisti di armi dalla Russia è un’area chiave da tenere d’occhio.

Integrazione regionale: la cooperazione proposta aiuterà davvero a promuovere la pace, la sicurezza, la stabilità e la prosperità regionali?

Non sorprende che la dichiarazione menzioni la strategia indo-pacifica degli Stati Uniti e i principi fondamentali condivisi con la visione dell’ASEAN dell’Asia e del Pacifico.

Il Mar Cinese Meridionale, la sottoregione del Mekong e altre questioni particolarmente difficili vengono affrontate in nome del sostegno alla sicurezza e allo sviluppo regionale. Tuttavia, è chiaramente solo un tentativo di rovinare le relazioni tra la Cina e l’ASEAN. Inoltre, la collaborazione proposta nel manifesto è molto complessa e simbolica. Contribuirà davvero alla stabilità regionale o è solo una scusa per gli Stati Uniti per promuovere lo sviluppo regionale e le relazioni dell’ASEAN con la Cina? La risposta potrebbe arrivare man mano che verranno presi provvedimenti più concreti nel prossimo futuro.

READ  Charles Blé Goudé : "mon objectif est de diriger un jour mon pays, mais l'heure est à la réconciliation"

Al termine della dichiarazione, le due parti si sono impegnate a stabilire un partenariato strategico globale tra l’ASEAN e gli Stati Uniti al 10° vertice ASEAN-USA di novembre. Non è chiaro come il vertice speciale tra gli Stati Uniti e l’ASEAN abbia influito sulla loro cooperazione. Tuttavia, con l’intensificarsi della “competizione” tra Cina e Stati Uniti, è diventato sempre più difficile per l’ASEAN mantenere la sua strategia equilibrata.

(Se desideri contribuire e hai competenze specifiche, contattaci a [email protected] Continua Incorpora il tweet su Twitter per scoprire gli ultimi commenti sulla sezione opinioni CGTN.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.