Il turismo decolla all’aeroporto di Deauville

Cordiali saluti, 2020, vogliamo dimenticarcene! Il 91% dei voli cancellati non si è verificato nella storia dell’aeroporto di DeauvilleDirettore dell’aeroporto di Cote Fleury “Laments Maryline Haize-Hagron”. Questa piattaforma, specializzata in destinazioni di vacanza, è stata duramente colpita dalla crisi del settore turistico. Ma è tempo di guarigione e nel bel mezzo della primavera 13 destinazioni sono già disponibili da Deauville.

Sabato 15 maggio 2021 ha segnato la fine del tunnel con l’organizzazione del primo viaggio in Grecia (isola di Kos). Da allora, i decolli delle compagnie aeree commerciali hanno continuato a portare i turisti normanni in altre isole greche (Corfù e Rodi), spagnole (Canarie e Baleari) e italiane (Sicilia). Ad accompagnare questa ripresa c’è una vera sete di viaggio Secondo Romis Rortes, Direttore Vendite di TUI France: “Siamo in grande rinascita perché siamo quasi al livello del 2019 in termini di richieste dei clienti di andare in vacanza. C’è voglia e voglia di viaggiare dopo mesi di frustrazione”.

Solo paesi in aree verdi

Alcune settimane fa, i tour operator hanno esitato a riavviare la macchina, poiché l’incertezza sanitaria era alta da paese a paese. “Ma dall’introduzione della mappatura con codice colore da parte del governo, la situazione è molto migliorata. I clienti possono accedere facilmente alla zona verde. Da Deauville, offriamo solo paesi verdi come Grecia, Italia e Spagna “ Dettagli del presidente di TUI France. Questo corridoio verde dalla parte europea del bacino del Mediterraneo ha permesso di formare il primo programma.Siamo su 150 voli programmati per la stagione 2021. Nel 2019 eravamo su 550 voliMarilyn Hayes Hageron spiega. Mancano ancora altre destinazioni europee. “Al momento, il Maghreb è ancora davvero nella zona arancione, ma questa mappa viene rivista ogni due settimane dal governo. Il prossimo aggiornamento è il 16 giugno, quindi tutto potrebbe cambiare molto rapidamente in termini di cambio del codice colore”. Dettagli di Romain Rortais.

Fai attenzione alle condizioni e agli orari di imbarco

I viaggiatori dovrebbero tenere a mente alcuni dei requisiti di imbarco dettati dal Covid. Un vero mal di testa con la PCR o il test dell’antigene e in alcuni casi l’evidenza di un vaccino 14 giorni dopo l’ultima iniezione. “Le condizioni variano in base al paese, così come la raffinatezza! Devi davvero essere ben informatoSi riferisce a Maryline Haize-Hagron, prima di insistere su di essa lato capitale : “E soprattutto insistiamo sul QR code, il famoso documento che permette di entrare nel Paese. È un documento che dipende dalla destinazione e dal paese e devi davvero compilarlo prima della partenza quando arrivi in ​​aeroporto. In mancanza di tale documento, verrà negato l’imbarco.

READ  La Grecia ha ceduto la gestione di Irene all'Italia
Dentro l’aeroporto di Deauville, pronto a riaprire in tempo di crisi sanitaria. © Radio Francia
Lea Dubost

Quindi le misure di controllo sanitario vengono rafforzate, e non è questo il caso Non senza conseguenze alla piccola stazione di check-in di Deauville.Infatti, questo terminale attuale non soddisfa più la capacità necessaria. Quindi abbiamo istituito liste d’attesa all’estero per controllare tutte le formalità. Ci vuole tempo e devi davvero essere lì davanti“.

Quindi, organizzare le prime partenze post-Covid è complicato, ma ha il vantaggio di consentire il rilancio dell’attività aeroportuale. “Questi voli si stanno gradualmente riempiendo. Vediamo, di settimana in settimana, la fiducia che i nostri clienti hanno ritrovato. Questo programma del tour è davvero divertente e ti dà molto da vedere in futuro. Speriamo di aggiungere voli alla fine dell’annoConcluso Direttore dell’aeroporto Côte-Floury. Al momento, l’ultimo lancio 2021 a Fuerteventura (Isole Canarie) è previsto per il 31 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *