Il Sud Europa è in fiamme

Un incendio brucia un pino storico a Pescara, Italia. Gli ospiti dell’hotel sulla spiaggia sono stati visti correre per sfuggire alle fiamme, mentre 100 residenti locali sono stati evacuati dalle loro case. Momenti altrettanto emozionanti stanno vivendo negli ultimi giorni in tutto il sud Europa, dalla Spagna alla Turchia (Foto: Vigili del fuoco italiani via AP).

Giornalista. Incendi su larga scala hanno colpito vaste aree nel sud-ovest dal fine settimana. tacchino, il Italia e SpagnaNelle ultime settimane le temperature nel bacino del Mediterraneo sono aumentate in modo insolito.

Nella provincia italiana di Pescara, molto frequentata dai turisti, ieri è stata intensa la preoccupazione per un incendio locale. Sebbene ci fossero molti nuotatori apparentemente disattenti sulla spiaggia, le fiamme erano fuori controllo ieri, spingendo le autorità a evacuare una casa di cura e alcune case durante l’incendio. Cinque persone sono state portate in un ospedale di Pescara dopo aver sofferto di problemi respiratori a causa del fumo denso. La Pineta è completamente bruciata, secondo il sindaco Carlo Mosci: “Il disastro ecologico è incalcolabile. Questa foresta è le radici di Pescara, il cuore della nostra città storica, il suo polmone verde e la vedo distrutta oggi”.

In Turchia, questo fine settimana sono stati registrati più di 120 incendi boschivi, con agenzie governative che utilizzano mezzi “enormi”, secondo un rapporto del quotidiano turco Hurriyet. Gli incendi, che finora hanno causato otto vittime, principalmente nella provincia di Marmaris ma anche fuori Bodrum, sono stati domati da 13 aerei, 45 elicotteri, 700 petroliere, 130 escavatori e 4.800 vigili del fuoco. Gli incendi boschivi di quest’anno in Turchia hanno bruciato dieci volte più della media degli anni precedenti, portando il presidente turco Erdogan a credere che dietro l’incendio doloso ci fossero agenti del movimento separatista curdo del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK). La scorsa notte, Bodrum (Aliknasos) è stata evacuata mentre le case minacciavano di incendio, mentre 540 ospiti di un hotel sulla costa turca sono stati portati in salvo dalle barche della Guardia costiera turca. I turisti hanno anche lasciato i loro hotel nella regione di Antalya, mentre due corpi carbonizzati sono stati trovati fuori città. Ieri il termometro ad Antalya segnava 40 gradi centigradi, mentre i forti venti che soffiano nella regione continuano a complicare il lavoro dei vigili del fuoco.

READ  La Francia è lontana dall'"invasione", anche se l'immigrazione sta progredendo

Ma l’opposizione ha criticato il presidente turco dopo che è emerso che la Turchia aveva pochi aerei antincendio e che Ankara ha dovuto chiedere l’aiuto della Francia, tra gli altri paesi europei, per combattere gli incendi aerei.

Più di 80.000 acri di foreste e uliveti sono stati ridotti in cenere in Sardegna durante il fine settimana, mentre i vigili del fuoco dell’isola del Mediterraneo hanno registrato 800 incendi. “I vigili del fuoco sono intervenuti nelle ultime ore in Sicilia, Puglia, Calabria, Lazio e Campania”. Il capo dei vigili del fuoco italiani ha scritto in una lettera ordinando il proseguimento delle operazioni antincendio nei pressi delle città siciliane di Catania, Palermo e Siracusa.

Da parte loro, le autorità spagnole hanno annunciato, ieri, di essere riuscite a controllare i grandi incendi boschivi nei pressi del lago artificiale di San Juan, 70 chilometri a est di Madrid, che è la spiaggia preferita per fare il bagno a Madrid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *