Il Regno Unito ha registrato il giugno più caldo mai registrato

Il Regno Unito ha registrato il giugno più caldo mai registrato

Record di temperatura o preoccupazione per l’approvvigionamento idrico: l’estate è iniziata in modo caldo nel Regno Unito, che ha battuto i record di temperatura a giugno, ha dichiarato lunedì 3 luglio il British Met Services. Il Met Office ha avvertito che è probabile che questo fenomeno si verifichi maggiormente con il riscaldamento globale.

Pertanto, giugno 2023 è stato il mese più caldo mai registrato in termini di temperature medie massime, massime e minime. La temperatura media è stata di 15,8°C, in aumento di 0,9°C rispetto al precedente record di 14,9°C del giugno 1940 e del giugno 1976, dettagliato ha incontrato l’ufficio.

Il paese ha vissuto diversi giorni caldi intorno a metà giugno, con le autorità che hanno persino spinto per imporre tagli all’uso dell’acqua nel sud-est dell’Inghilterra, mentre la Scozia era preoccupata per il livello dell’acqua nei suoi fiumi e laghi. “È ufficialmente il mese di giugno più caldo per il Regno Unito, in termini di temperatura media, minima e massima”Con un massimo di 32,2°C, Mark McCarthy dei Met Services del Regno Unito ha citato una canna in un comunicato stampa.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Penuria idrica anche in Cornovaglia, con eccesso di turismo e sprechi

“Ciò che è notevole è la persistenza del caldo per gran parte del mese, con temperature che raggiungono ampiamente i 25°C, e talvolta anche poco sopra i 30°C”.Ha aggiunto.

Le precipitazioni sono al di sotto della media

Presi separatamente, i quattro paesi del Regno Unito (Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord) hanno avuto ciascuno il mese più caldo di giugno. Anche le precipitazioni sono state inferiori alla media, con solo 52,2 mm di precipitazioni, pari al 68% del livello medio del mese di giugno.

READ  esopianeta con tre soli

I record di temperatura stanno diminuendo come tessere del domino mentre la nostra dipendenza dai combustibili fossili continua a riscaldare il pianeta.Mel Evans, direttore per il clima di Greenpeace UK, ha risposto accusando il Primo Ministro, Rishi Sunak, di restare fermo. “addormentarsi al volante”.

La scorsa settimana, il Ministro di Stato per il Clima del Foreign Office, Zac Goldsmith, si è dimesso dal governo, accusando in particolare Rishi Sunak di non avere a cuore l’ambiente e denunciandolo. “disattenzione” governo sul clima.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Clima: entro il 2100 due miliardi di persone potrebbero essere esposte a temperature estreme

Secondo uno studio del Met Office, la probabilità di battere i record di calore nei prossimi anni è aumentata nel Regno Unito. Oltre al contrasto naturale [du climat]il contesto di riscaldamento dell’atmosfera terrestre dovuto al cambiamento climatico indotto dall’uomo ha aumentato la possibilità di raggiungere temperature record.insiste Paul Davies, capo meteorologo del Met Office.

Siccità e incendi

L’anno scorso l’Inghilterra ha avuto la sua estate più calda, a pari merito con il 2018, mentre ha avuto la quarta estate più calda di tutto il Regno Unito, causando gravi siccità e incendi. Le scuole sono state costrette a chiudere e i treni soppressi.

le notizie

“calore umano”

Come affronti la sfida climatica? Ogni settimana, i nostri migliori articoli su questo argomento

Registrati

La soglia dei 40°C è stata superata per la prima volta (40,3°C registrati il ​​20 luglio a Coningsby, villaggio nel nord-est dell’Inghilterra), mentre il 2022 è stato l’anno più caldo mai registrato nel Regno Unito.

Il governo britannico è stato accusato di non prendere sul serio l’ondata di caldo estivo. Secondo gli scienziati, le frequenti alte temperature e le ondate di calore sono un segno inequivocabile del riscaldamento globale ed è destinato ad aumentare e intensificarsi ulteriormente.

READ  La sonda spaziale Juno della NASA si sta avvicinando più che mai alla luna più grande di Giove

Temendo che quest’anno si ripeta lo scenario dell’estate 2022, la scorsa settimana il governo ha invitato il National Drought Group a garantire che non ci sarebbero problemi di approvvigionamento idrico nei prossimi mesi. “I livelli dell’acqua sono attualmente più alti di quelli osservati nello stesso periodo dell’anno scorso. Tuttavia, l’ambiente ha ancora bisogno di tempo per riprendersi dalle conseguenze della scorsa estate”.Lo ha detto il ministero dell’Ambiente in un comunicato.

Guarda anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Capire il riscaldamento globale: come stiamo cambiando il clima

Il mondo con Agence France-Presse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *