Il primo alligatore di Leoste è nato in cattività in un parco naturale in Florida

Il primo alligatore di Leoste è nato in cattività in un parco naturale in Florida
Screenshot VLOG di YouTube/Gatorland Ad Orlando è nata una femmina di alligatore.

Screenshot VLOG di YouTube/Gatorland

Ad Orlando è nata una femmina di alligatore.

Animali: un precedente storico per uno zoo. Parco Gatorland, Giovedì 7 dicembre la città di Orlando (Stati Uniti) ha annunciato una notizia senza precedenti: la nascita di un coccodrillo, Leosie. Riguarda “La diversità genetica più rara del coccodrillo americano”.sottolinea il parco in un video di YouTube.

Come sottolinea Gatorland in A comunicato stampaIL “Il leucismo fa sì che i coccodrilli siano di colore bianco, ma spesso hanno macchie di colore normale sulla pelle.” Coccodrilli leucistici, che hanno “occhi azzurri luminosi”quindi non deve essere confuso con “Coccodrilli bianchi, che hanno gli occhi rosa e una completa perdita di pigmento.”

Gatorland Orlando aggiunge che gli alligatori contaminati non possono stare al sole per lunghi periodi di tempo perché sono soggetti a scottature.

La femmina, del peso di 96 grammi e della lunghezza di 49 cm, fa parte di un club molto esclusivo di otto coccodrilli esistenti al mondo.

Il primo nido di alligatori fu scoperto nelle paludi della Louisiana. Dei sette alligatori bianchi identificati, tre vivono nel parco di Orlando dal 2008.

Da quella data non è più stato lì “Un discendente bianco di questo gruppo.” “È il primo in assoluto. Quindi è incredibilmente raro.”Mark McHugh, amministratore delegato di Gatorland Orlando, ha detto al giornale Orlando Sentinella.

Come ha spiegato il veterinario dello zoo CNNL’alligatore bianco, che ha un fratello di colore scuro, è sano e mangia “Pollo crudo e pellet. »

Mark McHugh ha annunciato che l’animale sarà presentato al pubblico all’inizio del 2024. Nel frattempo il parco ha invitato gli internauti a suggerire dei nomi per la giovane femmina.

READ  Volpi, corvi, donnole... sono state molto criticate e l'elenco delle "specie potenzialmente dannose" è stato rinnovato.

Vedi anche su HuffPost :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *