Il Kenya raddoppierà le importazioni di energia dall’Etiopia entro il 2026

Il Kenya raddoppierà le importazioni di energia dall’Etiopia entro il 2026

Il Kenya prevede di aumentare le importazioni di elettricità dal vicino settentrionale, l’Etiopia, dagli attuali 200 megawatt a 400 megawatt entro il 2026.

Secondo la Kenya Electricity Transmission Company (KETRACO), questa maggiore capacità sarà supportata dalla sottostazione Soswa da 75,3 miliardi di Ksh, che è in funzione dal 2022 dopo il suo completamento.

Canale 1

KETRACO afferma che il Kenya attualmente importa 3.990 MWh di elettricità al giorno dall'Etiopia in base al contratto di acquisto di energia (PPA) da 200 MW firmato, che dovrebbe raddoppiare durante il periodo.

“Gli obiettivi principali di questo progetto sono contribuire all'integrazione dei mercati elettrici nel complesso energetico dell'Africa orientale interconnettendo i sistemi energetici dei due paesi, oltre a fornire energia affidabile e conveniente da una base regionale”, ha affermato il dottor John. Mativo. Direttore Generale di Ketraco.

Ciò è avvenuto mercoledì durante una visita del progetto da parte del presidente William Ruto e del primo ministro etiope Abiy Ahmed.

La sottostazione che facilita la trasmissione di energia transfrontaliera tra Kenya ed Etiopia è un hub energetico in cui converge energia proveniente da diverse fonti, rendendolo la più grande arena di conversione della regione.

La centrale elettrica è una linea di trasmissione bipolare ad alta tensione in corrente continua (HVDC) da 500 kV con una capacità di trasmissione di potenza di 2000 MW.

L'energia elettrica per il Kenya proviene da Wolayita Sodo in Etiopia e termina a Suswa in Kenya. La lunghezza totale delle linee di trasmissione è di circa 1.045 km, di cui circa 433 km in Etiopia e 612 km in Kenya.

READ  Thorny challenge of a divided island

La sottostazione faciliterà la trasmissione di energia transfrontaliera con la Tanzania attraverso la sottostazione di Isinya da 400 kV. KETRACO ha affermato che la Tanzania prevede di acquisire una capacità di importazione di 100 MW dall'Etiopia attraverso il Kenya nelle prossime settimane.

“Dal suo completamento nel gennaio 2022, il progetto ha ottenuto alcuni importanti vantaggi, tra cui un aumento del volume di fornitura di energia a tariffe più basse, una riduzione del costo della fornitura di energia elettrica in Kenya di oltre 90.000.000,00 di costo medio di acquisto all’ingrosso e supporto diretto ad ulteriori 9.000.000 di clienti nel paese e dalla sua messa in funzione la linea di trasmissione presenta inoltre un livello di disponibilità superiore al 99%.

Le fonti di energia per la sottostazione di Sosua includono Olkaria 1AU 140 MW (geotermico), Olkaria 4 140 MW (geotermico), Olkaria 2 105 MW (geotermico), Lake Turkana Wind 310 MW (eolico) ed Etiopia 200 MW (idroelettrico).

L’impianto costruito congiuntamente da KETRACO e dall’Ethiopian Electric Power Company (EEP) è stato finanziato dalla Banca Mondiale con 55 miliardi di KES, dalla Banca Africana di Sviluppo (AfDB) con 10,9 miliardi di KES e dall’Agenzia francese per lo sviluppo (AFD) con 9,3 miliardi di KES. , e l'Agenzia francese per lo sviluppo, 9,3 miliardi di scellini keniani. Governo del Kenya 8,59 miliardi di scellini kenioti.


kiico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *