I paesi europei cercano di aderire all’alleanza nel 2024

I paesi europei cercano di aderire all’alleanza nel 2024

Il blocco economico BRICS è destinato a continuare i suoi sforzi di espansione quest’anno, e un gran numero di paesi europei stanno cercando di unirsi al gruppo nel 2024. In effetti, i rapporti hanno indicato che diversi paesi europei stanno cercando di prendere in considerazione le richieste di espansione nel prossimo futuro. vertice.

Ultima visita a L’Europa nelle mani del presidente cinese Xi Jinping Dimostrare un desiderio reciproco di partnership. Il paese leader del blocco BRICS ha visto il suo presidente ricevere una calorosa accoglienza da parte dei paesi dell’Unione Europea. Successivamente, conferma i precedenti resoconti sul potenziale posto dell’Europa in un’alleanza allargata.

Paesi del vertice BRICS 2023
Fonte: Wikipedia Commons

Leggi anche: BRICS: la Corea del Nord si unisce alla coalizione per contribuire a porre fine al dollaro USA?

I paesi europei sono interessati ad aderire ai BRICS nel 2024

Per gran parte dello scorso anno, l’alleanza BRICS è stata la forza geopolitica più importante. Ciò ha portato a un continuo allontanamento globale dal dollaro statunitense, ostacolando la crescente importanza dei paesi occidentali rispetto alla minoranza globale. Inoltre, ha cercato di ampliare la propria base di membri per includere più paesi che cercano un mondo multipolare.

Con l’avvicinarsi del vertice collettivo del 2024, l’idea di espansione continua a essere discussa. Il blocco ha confermato la crescente possibilità di invitare più paesi. Inoltre, l’Europa potrebbe manifestare un rinnovato interesse nella ricerca di coinvolgimento.

L'ambasciatore del Sudafrica nei paesi BRICS, Anil Suklal, aveva precedentemente espresso l'interesse dei paesi europei ad aderire all'alleanza. particolarmente, Durante un incontro di due giorni a Cape TownL'ambasciatore ha osservato che “l'America Latina, l'Asia e l'Europa” hanno cercato di aderire al blocco BRICS.

Il presidente francese Emmanuel Macron entra nell’Unione dell’Europa occidentaleIl presidente francese Emmanuel Macron entra nell’Unione dell’Europa occidentale
Fonte: Bertrand Guay/Agence France-Presse

Leggi anche: La principale banca statunitense avverte i BRICS e afferma che il dollaro non può essere sostituito

Ci sono state reazioni speculative a questa affermazione, ma sono state molto attenuate nelle ultime settimane. Nello specifico, durante la sua visita il presidente cinese ha incontrato funzionari europei critici. Queste interazioni sono servite a rafforzare l’impegno cooperativo tra l’Europa e il leader dei BRICS nel prossimo futuro.

Inoltre, è probabile che questo impegno si estenda agli sforzi di espansione dei BRICS, tenendo presente l’interesse comune. La visita di Xi si è conclusa con la firma di un partenariato strategico tra Francia, Serbia e Ungheria.

Tra i paesi europei, la Francia è stata la più esplicita nella sua lealtà internazionale verso i paesi BRICS. Successivamente, il presidente francese Emmanuel Macron ha continuato a chiedere di intensificare le relazioni con la Cina.

Ora, tutti gli occhi sono puntati su ciò che i paesi europei stanno mettendo insieme nel tentativo di unirsi all’Arabia Saudita, agli Emirati Arabi Uniti e agli altri paesi BRICS+.

READ  Il Gabon ha ora un piano per sviluppare un piano per tornare alla democrazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *