Google sta espandendo la suite di test per i suoi nuovi elementi generativi di intelligenza artificiale nella ricerca

Google sta espandendo la suite di test per i suoi nuovi elementi generativi di intelligenza artificiale nella ricerca

Google realizza il suo nuovo sito web Strumenti di intelligenza artificiale generativa Disponibile per più utenti, con ridimensionamento Laboratori di ricerca Programma di accesso anticipato, che consente alle persone di provare elementi di intelligenza artificiale all’interno della ricerca e mette in evidenza anche alcuni casi d’uso interessanti per la scoperta di prodotti nell’app.

Google era all’inizio Resisti al salto nelle acque generative dell’IA Man mano che gli strumenti OpenAI guadagnano terreno, Google vede che questi strumenti sono ancora molto vulnerabili agli errori e, di conseguenza, potrebbero finire per diffondere disinformazione. Ma ora, con OpenAI che collabora con Microsoft, questo ha sostanzialmente forzato la mano di Google, sebbene sia stato ancora relativamente attento a come implementa questi nuovi elementi e li integra con le offerte di ricerca e annunci esistenti.

All’interno della nuova esperienza di Search Labs, accessibile facendo clic sull’icona del bicchiere in alto a destra (per gli utenti autorizzati), gli utenti potranno ottenere più informazioni contestuali sulle query, in base ai termini inseriti.

secondo Google:

TLa nuova esperienza di ricerca generativa basata sull’intelligenza artificiale ti aiuterà a eliminare parte del lavoro dalla tua ricerca, in modo da poter comprendere un argomento più velocemente, scoprire nuove prospettive e approfondimenti e portare a termine le cose più facilmente. Quindi, invece di porre una serie di domande e mettere insieme queste informazioni, Ricerca ora può svolgere parte di quel lavoro pesante per te.

Quindi è molto simile a ChatGPT, in quanto ti fornirà una panoramica di un argomento, al contrario di una semplice ricerca di corrispondenza, sebbene Google stia cercando di incorporare questi risultati nelle loro normali SERP, il che significa che i risultati generativi dell’IA non sostituiranno la ricerca tradizionale, in quanto tale, ma fornirà indicazioni e indicazioni aggiuntive all’interno del processo.

READ  La versione di Snake Eater è "Metal Gear Solid Delta"

Che è anche legato allo shopping.

Laboratori di ricerca di Google

Come puoi vedere in questo esempio, con i nuovi indicatori di ricerca generativa di Google, i risultati mostreranno un feedback contestuale aggiuntivo durante la trasmissione, che può aiutarti a semplificare il processo di scoperta.

Per i brand, questo può rendere ancora più importante assicurarsi di rispondere a query lunghe con spiegazioni e informazioni sul proprio sito, al fine di allinearsi meglio con corrispondenze più specifiche. Come puoi vedere in questo esempio sopra, a differenza di ChatGPT, Google sta ancora cercando di evidenziare i collegamenti Web pertinenti, quindi in pratica Google sta cercando di rimanere uno dei principali driver del traffico di riferimento, allineandosi al contempo con le tendenze dell’intelligenza artificiale.

È un approccio interessante, che manterrà i sistemi di Google allineati con il suo core business e potrebbe finire per produrre maggiori vantaggi, sia per gli utenti di Google che per la ricerca, a lungo termine.

Garantendo che i collegamenti pertinenti rimangano a fuoco, ciò fornisce anche più mezzi per ricontrollare e confermare le informazioni che vengono generate, il che può effettivamente essere più vantaggioso di un approccio ChatGPT Q e A. All’interno di questo processo, il progresso ChatGPT risponde come fatto, e quando Spesso non lo sono – Mentre Google cercherà comunque di indirizzare gli utenti a fonti di terze parti, anche con le sue affermazioni sull’intelligenza artificiale.

Sarà interessante vedere come si evolverà il sistema. Puoi iscriverti alla lista d’attesa dei laboratori di ricerca su labs.google.com/search.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *