Gli scienziati spiegano perché la variabile delta può autodistruggersi

Gli scienziati spiegano il fenomeno della divergenza delta che potrebbe rivelarsi estinto in Giappone.

Il Giappone ha subito un’onda COVID-19 Il numero più alto di casi al giorno è stato di 23.000 ad agosto, ma la scorsa settimana il numero medio di nuovi pazienti Covid-19 al giorno è stato inferiore a 140.

Il professor Etoro Inoue e gli esperti di genetica in Giappone hanno ipotizzato che l’improvviso calo dell’epidemia di Covid-19 abbia causato l’autodistruzione del delta dopo la mutazione.

Tuttavia, questo esperto ha affermato di essere ancora troppo ottimista per credere che il virus SARS-CoV-2 vedrà un declino globale come in Giappone.

Giapponese in Ginza Street (Tokyo, Giappone)

Le mutazioni possono rendere il virus più contagioso, eludere l’immunità o causare malattie gravi. Ma in alcuni casi, le mutazioni diventano un vicolo cieco del processo evolutivo.

Il dottor Simon Clark, dell’Università di Reading (Regno Unito), spiega come Delta può morire dopo l’acquisizione del controllo mondiale: “Il virus accumula così tante mutazioni che non può riprodursi. Una volta completata l’infezione, il virus morirà. Quindi il virus è come un essere umano che non ha mai partorito. Ma questo non significa che gli altri smettano di partorire”.

Questo potrebbe essere quello che è successo con la SARS, ha detto la dottoressa Clark, un altro coronavirus che ha causato un focolaio in Asia nei primi anni 2000.

“Solo quando il virus smette di riprodursi, il virus smette di crescere. Gli scienziati giapponesi credono che sia successo.

“In qualche modo, è necessario spezzare le catene di trasmissione e alcune mutazioni rendono il virus non vitale, causando un arresto dell’evoluzione. Tuttavia, questo fenomeno si verificherà solo in pochissimi casi”.

READ  SpaceX rilascia un breve video dell'SN8 in un test di salto!

“Ci saranno ancora molti coronavirus che possono infettare gli esseri umani fino a quando non avremo abbastanza immunità o non taglieremo la catena di trasmissione. È quello che è successo con la SARS perché non era contagiosa come Covid”. -19″.

L’improvviso calo del numero di casi di Covid-19 in Giappone è diventato un argomento scottante. Altri esperti attribuiscono questo effetto al vaccino, con oltre il 75% della popolazione che ha ricevuto due iniezioni.

La dottoressa Clark ha dichiarato: “Trovo molto difficile credere che il virus SARS-CoV-2 in Giappone sia finito contemporaneamente in un vicolo cieco. Questo sembra uno strano problema”.

o yen (continua) NYPost, Il Sole)

Dietro l'improvviso rapido declino dell'epidemia di Covid-19 in Giappone

Dietro l’improvviso rapido declino dell’epidemia di Covid-19 in Giappone

Ad agosto, il Giappone ha avuto più di 20.000 casi di Covid-19 al giorno, ma ora il numero è poco più di 100.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *