Gli astronomi trovano il filtro Exomoon attorno all’esopianeta delle dimensioni di Giove Kepler-1708b

Nella loro ricerca di sfuggenti candidati esterni, gli astronomi hanno esaminato 70 giganti di gas freddo trovati dal telescopio spaziale Kepler della NASA. Hanno trovato un solo segno che potrebbe indicare una luna lunare, circa 2,6 volte più grande della Terra, in orbita attorno a un esopianeta delle dimensioni di Giove chiamato Keplero-1708 B. Fu chiamato Kepler-1708b-i e si unì Keplero-1625 b-i Come un altro esempio di un filtro extralunare inaspettatamente grande, che fa eco alla sorpresa delle calde scoperte di Giove a metà degli anni ’90.

Rappresentazione artistica del gigante gassoso Kepler-1708b, della sua luna Kepler-1708b-i e della loro stella madre. Credito immagine: Helena Valenzuela Wiederstroem.

Negli ultimi tre decenni, sono stati scoperti più di 4.000 pianeti attorno a stelle diverse dal Sole.

Questi mondi esotici mostrano una notevole diversità, da Giove altamente eccentrici a sistemi complanari di pianeti rocciosi.

Nel tentativo di comprendere la formazione e l’evoluzione di questi sistemi, si cerca una conoscenza più dettagliata del loro ambiente e delle loro proprietà, come l’esistenza e la natura dei potenziali.

Data l’abbondanza di lune nel nostro sistema solare, è ragionevole presumerlo eluune Risiederà attorno ad alcuni esopianeti, il che ha stimolato gli sforzi per scoprirli.

Una delle strategie più promettenti per la ricerca di eluune è focalizzata sui pianeti in transito.

Finora gli astronomi hanno scoperto più di 10.000 esopianeti candidati, ma le esolune rappresentano una sfida molto più grande. L’autore principale ha detto Professor David Kipping, astronomo presso il Dipartimento di Astronomia della Columbia University.

Nell’attuale studio, il professor Kipping e colleghi hanno esaminato un campione dei pianeti giganti gassosi più freddi catturati dalla navicella spaziale Kepler della NASA.

READ  Perché gli scienziati vogliono che i minuti durino 59 secondi

Dopo aver scansionato in profondità 70 pianeti, hanno scoperto la nuova esoluna candidata in orbita attorno a Kepler-1708b, un pianeta gigante a circa 5.500 anni luce di distanza in direzione dei pianeti Cygnus e Lyra.

“È un segno intrattabile.” Il prof. Kipping ha detto: “Abbiamo gettato questa cosa nel lavello della cucina ma non se ne va.

Il nuovo candidato per un esopianeta, Kepler-1708b-i, è circa un terzo più piccolo di una luna delle dimensioni di Nettuno che il team aveva precedentemente trovato in orbita attorno a un pianeta simile delle dimensioni di Giove, Kepler-1625b.

“È possibile che entrambi i candidati della luna gigante siano fatti di gas che si è accumulato sotto l’influenza della gravità dalle loro enormi dimensioni”, ha affermato il professor Kipping.

“Se l’ipotesi di un astronomo è corretta, le lune potrebbero aver iniziato la loro vita come pianeti, per poi essere trascinate nell’orbita di un pianeta più grande come Kepler-1625b o Kepler-1708b”.

Entrambe le lune si trovano lontano dalla loro stella ospite, poiché c’è meno attrazione gravitazionale per attirare i pianeti e rimuovere le loro lune.

In effetti, gli astronomi hanno cercato pianeti gassosi freddi e giganti in orbite larghe nella loro ricerca di lune esterne proprio perché l’analogo nel nostro sistema solare, Giove e Saturno, tra loro sono più di cento lune.

“Se ci fossero altre lune là fuori, sarebbero probabilmente meno mostruose, ma sono anche più difficili da individuare”, ha detto il professor Kipping.

“I primi reperti in qualsiasi indagine saranno generalmente eccentrici. Oggetti di grandi dimensioni che sono facili da rilevare semplicemente con la nostra sensibilità limitata”.

READ  Il team sta costruendo una base nel deserto israeliano per simulare Marte in una missione simile

“Saranno necessarie osservazioni da altri telescopi spaziali, come Hubble, per verificare la scoperta, un processo che potrebbe richiedere anni”, ha aggiunto.

La scoperta è descritta in carta Pubblicato sulla rivista astronomia naturale.

_____

Dott.. mantenere e altri. Indagine sugli esopianeti di 70 straordinari esopianeti giganti e il nuovo binario candidato Kepler-1708. Nat Astron, pubblicato online il 13 gennaio 2022; doi: 10.1038/s41550-021-01539-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *