Gestire i finanziamenti universitari con attenzione in modo da non limitare l’accesso

Gestire i finanziamenti universitari con attenzione in modo da non limitare l’accesso
Il vicepresidente Rigathi Gachagua con l’università Il vicecancelliere dell’Africa orientale di Paraton, il professor Philip Mayyo nel collegio elettorale di Chisumi durante la sua 41a laurea il 13 agosto 2023. [DPCS, Standard]

Il tentativo del governo di risolvere l’incubo del finanziamento dell’università è certamente nobile, ma le sue ripercussioni non dovrebbero negare alcun vantaggio che avrebbe dovuto essere realizzato.

Un attento osservatore di come le nostre università operano ormai da diversi anni può vedere cosa sta cercando di ottenere il governo con il nuovo modello di finanziamento.

Per molto tempo, le università sono state soffocate dalle finanze perché il denaro stanziato non corrispondeva al numero di studenti, anche se il governo ha continuato ad aumentare il numero di studenti idonei al sostegno del governo.

Il primo segnale di esaurimento delle risorse è arrivato prima, quando le università non potevano più accogliere tutti i loro studenti all’interno delle residenze. Poi arriva il debito. L’importo totale dovuto dalle università a varie istituzioni ha superato i 61 miliardi di shekel. Ovviamente c’era un problema. Tuttavia, con il nuovo modello di finanziamento, la prima cosa che è successa è stata che le università hanno trovato l’opportunità di riadeguare le tasse dovute. Lo dimostrano i numeri che anche gli studenti privati ​​dovranno pagare di più. Ancora una volta, le strutture tariffarie comuni a diverse università mostrano differenze tra le diverse istituzioni.

Quindi entra in gioco il fatto che le opzioni di carriera preferite per gli studenti di alto livello che includono medicina e ingegneria sembrano essere ai livelli più alti delle strutture tariffarie proposte, con un onere del prestito maggiore e spese vive.

READ  ميقاتي: لبنان على مشارف الانهيار الكامل

Ad esempio, il costo medio annuo per ottenere una laurea in medicina sarebbe di circa 612.000 scellini. Dato che tutti gli studenti riceveranno un finanziamento del 93%, ci sarà una piccola cassa di 42.840 scellini scellini.

Ciò non ha tenuto conto della manutenzione e dell’alloggio, che potrebbero raddoppiare il numero. L’onere del prestito sarà di Sh244,800 all’anno per sei anni. Ora è chiaro che anche chi si qualifica per un corso potrebbe dover fare due cose: scegliere un corso più economico che comporta meno spese vive e oneri del prestito e andare all’università che offre il corso al tasso più basso. È così che la Kesei University ha accolto un ampio segmento di studenti idonei per il patrocinio del governo.

La sfortunata verità è che pochi kenioti hanno la fortuna di avere un lavoro dopo aver terminato gli studi. Coloro che lo fanno, tuttavia, devono iniziare dall’estremità più bassa della scala, rimanendo stagnanti per anni.

Molti di loro sono lavoratori part-time e sono pagati molto meno delle loro qualifiche e del loro rendimento lavorativo. Ancora una volta, per molti, i lavori si spostano sporadicamente. Questo mese hanno uno stipendio, il mese prossimo no.

Mentre il nuovo modello affronterebbe le carenze finanziarie della gestione delle università, comporterebbe un aumento marginale dell’onere individuale che probabilmente allontanerebbe alcuni dal perseguire un’istruzione universitaria. Pertanto, l’istruzione perderà la sua funzione nella società come fattore principale per il raggiungimento dell’uguaglianza.

Lo scrittore è un’emittente di Radio Maisha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *