Foot – Italia – Le autorità sportive italiane vogliono che le regole per la ristrutturazione degli stadi siano allentate

Italia

Le autorità sportive italiane hanno scritto una lettera allo Stato per favorire l’allentamento delle normative, al fine di facilitare la ristrutturazione e la costruzione degli stadi in Italia.

In una lettera indirizzata a Giuseppe Conte, il capo del governo, il Comitato Olimpico Italiano (CONI), la Lega e la Federcalcio italiana (FIGC) hanno chiesto questo sabato un allentamento dei regolamenti al fine di facilitare il rinnovamento e la costruzione di stadi nel paese.

Il confronto con la media europea è spietato: l’Italia è indietro rispetto a Inghilterra, Germania e Spagna in termini di entrate medie da gare, spettatori, impianti moderni e un numero di nuovi. stadi costruiti negli ultimi vent’anni “, scrivevano in questa lettera i presidenti del CONI, della Lega italiana della FIGC. Quest’ultimo y denunciare lo stato obsoleto e carente delle infrastrutture sportive “.

Ritardi più lunghi in Italia

All’origine di questo ritardo, secondo loro, i ritardi amministrativi che scoraggiano molti club che intendono rinnovare il proprio stadio o renderlo più moderno: I tempi medi per ottenere l’autorizzazione e costruire nuove apparecchiature in Italia variano tra gli otto ei dieci anni, cifra sensibilmente superiore a quanto osservato in Europa, tra i due ei tre anni ” spiegarono i leader. Ritengono essenziale che siano adottate misure per ridurre il numero di passaggi necessari.

Hanno accompagnato la loro lettera con uno studio della ditta Deloitte, che illustra l’arretratezza dell’Italia sugli altri grandi paesi europei e quantifica in 4,5 miliardi di euro gli investimenti che si potrebbero fare in questo settore entro dieci anni.

Diversi club stanno progettando di rinnovare i loro stadi come la Fiorentina, o di costruirne di nuovi, ad esempio Milan e AS Roma.

READ  Europa League - 16 ° - Europa League: l'Italia sorride, Kiev e Olympiakos sul filo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *