Eurovisione: la Romania dice che il suo voto è stato “sostituito”

La televisione pubblica rumena (TVR) ci assicura: Il voto della giuria rumena durante il concorso Eurovision è stato “sostituito”. In una dichiarazione del 15 maggio, ha affermato che i 12 punti che sarebbero stati assegnati alla Moldova alla fine sono andati all’Ucraina, che ha vinto la competizione.

“Siamo stati spiacevolmente sorpresi di scoprire che il voto non contava per la classifica finale, poiché gli organizzatori hanno assegnato un altro giro di valutazioni ai finalisti”, ha scritto TVR nella sua dichiarazione.

Determinando che “la giuria rumena ha deciso di assegnare il punteggio massimo ai rappresentanti della Moldova”, l’organizzazione ha sottolineato che tale selezione era stata sostituita da “un’alternativa calcolata in modo non trasparente”.

Allo stesso tempo, la Romania si è anche lamentata del fatto che “le regole sono state cambiate durante la partita”. È una domanda qui per l’emittente rumena, che non è stata “autorizzata” a interferire in onda come la maggior parte degli altri paesi per esprimere il voto della giuria nazionale.

Schemi di voto irregolari

Durante la cerimonia, gli spettatori hanno votato per telefono, prima che i giurati di ogni paese annunciassero i punti assegnati ai candidati. Ma, durante la notte da sabato a domenica, la European Broadcasting Union (EBU), l’autorità di regolamentazione, ha notato “alcuni schemi di voto irregolari identificati nei risultati dei sei paesi” durante la seconda semifinale e la finale.

La European Broadcasting Union non ha ancora identificato i paesi coinvolti e non è noto se queste infrazioni possano avere conseguenze per il rating finale. Tuttavia, l’organismo ha sottolineato che “prende molto sul serio qualsiasi presunto tentativo di manipolare il voto all’Eurovision Song Contest”.

Da parte sua, la Romania ha presentato un reclamo all’Unione europea di radiodiffusione e attende da essa una risposta adeguata. TVR ha detto che si riserva il diritto di “prendere provvedimenti per correggere la situazione”.

READ  Italia: Lucca punta a diventare la prima smart city europea a misura di animale - 'essenziale'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.