Escursioni in sedia a rotelle in Patagonia, soggiorni educativi nei villaggi Inca

Escursioni in sedia a rotelle in Patagonia, soggiorni educativi nei villaggi Inca

Mercoledì all’ITB Berlin, due imprese sociali rappresentate da donne e le idee alla base della loro creazione sono state presentate da Rika Jean-Francois, rappresentante CSR per ITB Berlin, e dalla Prof. Dott.ssa Claudia Bruzel della School of Sustainable Development, Eberswalde. Quest’ultimo è il fondatore del “Social Entrepreneurship in Tourism Competition”, lanciato nel 2019. Creato dalla peruviana Paula Sota, il guru ancestrale cerca di consentire ai viaggiatori di conoscere le antiche abilità artigianali e la saggezza dei locali nelle regioni che stanno visitando . Queste attività sono sempre integrate in progetti di turismo comunitario sostenibile. Joanna Gruo, il cui progetto “Wheel the World” è stato vincitore del concorso Growth Track lo scorso anno, ha introdotto una piattaforma di prenotazione per viaggiatori disabili, che cerca anche di supportare le destinazioni nei suoi sforzi per sviluppare offerte di viaggio per esigenze speciali.

Paula Sota ha raccontato come è cresciuta a Cusco in una famiglia da sempre attiva nel turismo. Durante la visita alla Valle Sacra degli Incas con suo padre e un gruppo di viaggio, si è resa conto delle difficoltà di organizzare incontri più approfonditi con gli indigeni. Sota ha affermato che “le poche famiglie che si sono presentate hanno lamentato due problemi: domanda limitata e soggiorni molto brevi”. Con la sua nuova piattaforma online Ancestral Teacher nel 2022, si è assicurata il primo posto nella pista di lancio del concorso.

Il suo obiettivo a lungo termine è garantire l’accesso a progetti di alta qualità e socialmente responsabili da tutto il mondo, offrendo le tre categorie di viaggio, esperienze e soggiorni. I viaggiatori acquisiscono esperienze autentiche e si trovano faccia a faccia con la gente del posto – e gli “insegnanti ancestrali” possono preservare e trasmettere le loro abilità e valori. “Possiamo imparare molto da loro, non solo dalle loro abilità artigianali ma anche dal loro modo di vivere in generale”, ha spiegato Sota.

READ  Taiwan e USA potrebbero avviare i colloqui su legami economici più stretti 'tra poche settimane'

Mentre questo progetto è ancora nelle sue fasi iniziali, Wheel the World è stato lanciato nel 2018 e da allora è in continua espansione. Questa idea imprenditoriale è stata sviluppata da due cileni che stavano progettando un viaggio attraverso la Patagonia in sedia a rotelle e hanno scoperto che era molto difficile trovare le informazioni di cui avevano bisogno per i loro preparativi. Wheel the World ora gestisce una piattaforma di prenotazione online per persone con o senza disabilità. Questo offre una scelta tra alloggio, attività notturne ed escursioni complete di andata e ritorno, fornendo dettagli specifici su tutte queste offerte e garantendo la piena accessibilità.

“Finora, più di 2.500 persone hanno prenotato con noi, il 40 percento con disabilità e il 60 percento senza”, ha spiegato Joanna Groo, sottolineando che Well the World è più simile a una comunità che a un’azienda “normale”. Una delle aree di lavoro importanti per questa startup è diventata la verifica delle offerte e la formazione dei dipendenti in loco. Ha sviluppato la sua app per registrare se gli spettacoli sono effettivamente privi di intoppi.

Nell’ambito del “Concorso per l’imprenditoria sociale nel turismo”, i promotori hanno preso contatti con circa 600 imprese sociali dal 2019, riferisce la prof.ssa Claudia Bruzel. Nel 2023, i promotori del concorso, le cui informazioni sono disponibili su www.socialtourismcompetition.com, intendono concentrarsi su temi di ricerca e scambio, motivo per cui quest’anno non è stato assegnato alcun premio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *