Dopo la Francia, l’Italia si prepara a estendere l’uso della tessera sanitaria

Di fronte alla variante Delta e all’aumento dei contagi, il governo di Mario Draghi sta consultando le Regioni italiane e trattando una proroga del lasciapassare sanitario. I dibattiti continuano, poiché diversi paesi europei stanno adottando o hanno già adottato misure simili.

Il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi (a destra) studia le misure varate dal suo omologo d’Oltralpe – Crediti: Unione Europea

Non siamo mai stati così vicini allo zero per quanto riguarda il numero di morti per Covid“, cominciare L’impronta. Con tre vittime registrate tra sabato 19 e domenica 20 luglio, l’Italia sta infatti vivendo uno dei rapporti giornalieri più bassi dall’inizio della pandemia. “Ma è un’illusione”, avverte la stampa torinese,“perché è un dato legato a un quadro epidemico di due o tre settimane fa, oggi travolto dalla variante Delta”.

In tal modo, “i contagi sono di nuovo in forte aumento con 3.127 nuovi casi, il doppio di una settimana fa”, Specificare gli echi. Risultato: “le autorità sanitarie temono che il Paese ricada in una situazione critica con l’avvicinarsi di una nuova ondata di contaminazione contamination”, aggiunge il quotidiano economico.

Estensione tessera sanitaria

Tessera sanitaria con una dose di vaccino per i pasti al chiuso, con una dose doppia per i luoghi affollati”, riassume il Corriere della Sera. Questa è un’ipotesi sul tavolo in Italia. “Sembra ormai certo che il pass sarà obbligatorio per viaggiare su aerei, treni, battelli e autobus a lunga percorrenza, ma anche negli stadi con capienza superiore al 25%, grandi eventi, concerti, cinema, teatri, piscine, palestre e discoteche“, Completare 24 ore di sole.

L’Italia attualmente classifica le sue regioni con un codice colore: rosso, arancione, giallo o bianco. “I dettagli [de l’extension du pass sanitaire] sarà affinato nel corso dei colloqui con i presidenti delle regioni, ma la linea adottata da Palazzo Chigi [le gouvernement italien NDLR] è lasciare le attività aperte il più possibile e soprattutto evitare”Che i territori rientrino nella zona gialla [Corriere della Sera].

READ  Come applicare il diritto alla disconnessione durante il telelavoro

Per questo, i ricoveri saranno il nuovo criterio di cui questa classificazione terrà conto. “La zona a rischio sarà gialla se l’occupazione dei reparti ordinari supera il 10% dei posti letto disponibili e quella delle unità di terapia intensiva supera il 5%”, dettaglia il quotidiano milanese. “I vaccini utilizzati finora hanno mostrato ottime prestazioni nella protezione dalle forme gravi della malattia, quindi il rischio di saturazione ospedaliera non è così alto come un anno fa.”, Reagisce da parte sua Il giornale.

Ma quando le regole del nuovo ‘Green pass’ [italien] entreranno in vigore?”, chiede 24 ore di sole. Mentre il nuovo decreto dovrebbe essere attuato il 26 luglio, continuano i dibattiti sul suo contenuto. Matteo Salvini, leader della Lega (estrema destra) e vicepremier tra il 2018 e il 2019,”continua a dire no a tutto: alla vaccinazione obbligatoria degli under 40 e degli insegnanti ‘il 90% dei quali è già stato vaccinato’, ‘al abbonamento verde per le pizze’, a nuove ipotesi di chiusura“, elenco L’impronta.

Mentre molti italiani non sono stati completamente vaccinati, “lui è […] possibile che venga adeguato un primo utilizzo della tessera sanitaria per il mese di agosto, con regole ferree per eventi e ristoranti al coperto, e una seconda tessera sanitaria per il mese di settembre, più restrittiva, vietando o limitando il trasporto pubblico per le persone non vaccinate” [Il Sole 24 Ore]. Martedì 20 luglio è in corso un convegno con le Regioni e il Consiglio dei ministri dovrebbe riunirsi entro giovedì 22 luglio attorno a Mario Draghi.

Esempi vicini

Le parole del generale Francesco Figliuolo, responsabile della campagna vaccinale d’Oltralpe, rivelano quanto l’esempio francese sia seguito in Italia. “Può il governo imporre limiti se non può garantire le dosi a chi vuole ottemperare? Lui può”, ha detto all’esecutivo italiano [La Repubblica]. Primo, perché scommette su un’abbondanza di dosi ad agosto. Poi, perché ci sarà “inevitabilmente un boom [des prises de rendez-vous], come in Francia”, cita il quotidiano romano.

READ  Coronavirus, il vaccino cinese BBIBP-CorV si è dimostrato sicuro

Andare al bar, al teatro o al cinema: la tessera sanitaria per le attività quotidiane non è infatti una novità in Europa, anche se il principio”guadagnare territorio“nel continente [Le Figaro]. La Danimarca era “pioniere”In materia, ricorda Francia Inter, con un dispositivo per accedere a musei, biblioteche o ristoranti. “In Austria, i clienti devono anche essere in grado di dimostrare il loro basso rischio epidemiologico tramite un test PCR negativo o un certificato di vaccinazione per tutte le attività a contatto con il pubblico […] grazie a ‘documenti di ingresso’ che sembrano un libretto sanitario”, Cita la stazione radio. Quanto al Portogallo, “amplia l’uso di [pass] all’interno dei suoi confini: i comuni possono già utilizzarlo nei fine settimana imponendolo all’interno dei ristoranti”, Fate sapere Le Figaro.

E dopo gli annunci del presidente francese Emmanuel Macron, tocca al Regno Unito sviluppare l’uso del certificato. “Le persone che frequentano locali notturni e altri luoghi di ritrovo in Inghilterra dovranno essere completamente vaccinate dalla fine di settembre.”, Fate sapere il BBC. Con l’obiettivo di non dover chiudere discoteche, come in Olanda, che “di recente hanno cercato di riaprire i loro club”, Prima di invertire l’aumento della contaminazione.

Altri argomenti del giorno

agricoltura

Brexi

Norma di legge

Piano di recupero

Relazioni estere

Viaggiare in europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *