10 borghi romani da visitare in Italia

10 borghi romani da visitare in Italia

Fai un viaggio nel passato attraverso i tesori nascosti dell’Italia con la nostra selezione di 10 borghi romani da visitare.

L’Italia è ricca di tesori storici e culturali, e tra questi ci sono i magnifici borghi romani che testimoniano l’antica grandezza di questa civiltà. Da nord a sud della penisola, questi pittoreschi borghi vi offrono un tuffo nel passato, con le loro strade acciottolate, i loro resti antichi e il loro fascino autentico. Ti invitiamo ad esplorare 10 di questi imperdibili borghi romani, svelandone le caratteristiche tipiche. Lasciati guidare dalla nostra selezione e parti alla scoperta di questi luoghi romani intrisi di mistero e bellezza.

Leggi anche sulla guida Italia:

Aquileia

Shutterstock – Bearfoto

Partenza poi per Aquileia, nel Friuli-Venezia Giulia. Questo villaggio italiano conserva resti romani che testimoniano il suo passato storico. Fondata nel II secolo a.C. aC, Aquileia fu un avamposto militare strategico contro le invasioni barbariche e un importante centro di commerci fluviali. Benché distrutta dagli Unni di Attila nel 452, la città si reinventò divenendo centro ecclesiastico in epoca cristiana, con la costruzione del maestosa Basilica per ordine del vescovo Massenzio. Oggi Aquileia è un importante sito archeologico elencato come patrimonio mondiale dell’UNESCOattirando i visitatori con la sua storia affascinante.

Oderzo

Piazza principale di Oderzo con il suo Torresin

Shutterstock – Diana Crestan

L’affascinante città di Oderzo in Italia è ricca di resti romani sparsi nel suo moderno contesto urbano. Mentre cammini per le strade viaRoma E via Mazziniscoprirai i ruderi di un complesso di epoca augusteaincluso un grande domus, un’ampia piazza, un’imponente basilica e una maestosa scalinata. Nelle vicinanze, l’antica prigione integrata nel vicino ristorante della medievale “Torresin” offre un’esperienza insolita di osservare le mura e le scoperte di epoche diverse.

Altro punto di interesse da non perdere a Oderzo è lungo la Via dei Mosaici. Si possono ammirare due pozzi e il pavimento interno mosaico di a domus. Entra qui Piazza Grande e il Piazza Castello, un cunicolo rivela tracce di una strada principale e di una pavimentazione di epoca romana. Infine, presso la Cantina Sociale, l’ Via Dalmazia ospita la parte inferiore di un pozzo ben conservato.

READ  Seine-et-Marne: Leya, 10 anni, diventa vice-campionessa d'Europa a Twirling Bâton

Luni

Dettagli dell'anfiteatro romano di Luni

Shutterstock – Manola Lucignani

Situata nella provincia di La Spezia in Italia, Luni è una graziosa cittadina che pieno di resti romani. Fondata nel 177 a.C. aC, è situata alla foce del fiume Magra e prende il nome dalla dea della Luna, Selene. Anticamente Luni era un vivace centro di cinquantamila abitanti, fiorente grazie al commercio e all’estrazione del marmo. Purtroppo un terremoto nel IV secolo devastò la città, che venne successivamente ricostruita sulle sue rovine.

Così, a partire dal Rinascimento, gli scavi archeologici hanno messo in luce vaste aree della città romana di Luni. Siti eccezionali da scoprire includono il Foro, l’Area Capitolina, il Decumano massimola Basilica, la Curia, il Cardo massimo e il Grande Tempio. Testimonianze del ricco passato artistico della città sono anche le residenze nobiliari come la Domus des Mosaïques, la Domus Nordentrionale e la Domus des Fresques. Tra i resti più antichi c’è il Tempio della Dea della Luna.

Fuori le mura sorge Luni l’Anfiteatro di Portus Lunae. Un tempo affacciato sul mare, ora dista due chilometri dalla costa a causa delle esondazioni del fiume Magra. Questo incredibile anfiteatro, di forma ellittica e lungo più di ottantotto metri, poteva ospitare circa settemila spettatori.

Leggi anche sulla guida Italia:

Fiesole

Teatro Romano di Fiesole con vista sulla zona circostante

Shutterstock – Luca Bruno

Fiesole, cittadina confinante con Firenze, presenta elementi sia rinascimentali che medievali, oltre a resti romani. Situata su un’importante via di comunicazione, la città fu distrutta dai Romani nel 90 a.C. aC, poi ricostruito secondo una struttura urbana classica.

Tra gli edifici romani da vedere, l’ Teatro Monumentale colpisce per le tribune inferiori, le scale, l’orchestra e il suono proscenio. Ben conservate anche le Terme di Fiesolecon le loro scalinate e il loro portico monumentale, proprio come le stanze dell’ frigoriferoDi calidarium E tepidario.

Sepino

Resti dell'antica città romana di Sepino

Shutterstock – Luigi Bertello

Continua il tuo viaggio attraverso l’affascinante cittadina di Sepino, situata nella regione Molise. Qui puoi scoprire il Tracce romane dell’antica città di Saepinum, edificato nel II secolo e fiorente fino al V secolo prima di essere colpito da un devastante terremoto. Le strade di Sepino rivelano affascinanti rovine, in particolare l’incrocio tra l’ Cardo Massimo e il Decumano.

Passa sotto gli imponenti archi di tre delle quattro porte di accesso, ammira la pavimentazione in pietra del Foro e il resti di Macellumla Curia, la Basilica e il Teatro parzialmente distrutto. Per completare la visita, fate una deviazione attraverso il Fontana del Grifo e ammira i mausolei esterni di Numisi E Caio Ennio Marso.

Larino

Anfiteatro Romano di Larino

Shutterstock – Enrico Spetrino

Fondata dagli Etruschi e conquistata dai Frentani, fu durante la dominazione romana che Larino raggiunse il suo apice come colonia potente e ricca a partire dal III secolo. Oggi Larino si presenta come un gioiello architettonico, a testimonianza del suo glorioso passato. Durante la tua visita, ammira gli imponenti resti romani che costellano la città e immergiti nella cultura romana mentre scopri gli spettacoli pubblici e i giochi che un tempo si tenevano qui.

READ  si svela la decappottabile italiana

Stabia

Interno di una villa romana a Stabies

Shutterstock – Imagodens

Amanti della storia in Italia, non perdetevi l’affascinante borgo romano di Stabies. Meno famosa delle vicine Pompei ed Ercolano, Stabies fu risparmiata dalla tragica eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Fiorente con il suo fiorente porto, questo sito ha origini risalenti ai popoli italici e fu colonizzato da Greci e Sanniti prima di essere conquistato dai Romani. Oggi, il sontuose ville stabiesi decorate da preziosi affreschi e mosaici testimoniano il suo fastoso passato e attirano visitatori in cerca di originalità.

Leggi anche sulla guida Italia:

Venoso

Antichi edifici e chiesa a Venouse

Shutterstock – Marco Saracco

Allora parti alla scoperta dell’incantevole villaggio romano di Venouse durante il tuo viaggio in Italia. Fondata nel 291 a.C. aC, fu una colonia romana di grande importanza, anche se poco conosciuta. Venouse è famosa anche per aver dato i natali al poeta latino Orazio. Lasciati sedurre dal suo fascino e dalla sua atmosfera autentica.

La sua storia è segnata da una decisiva vittoria sui Sanniti, che ne favorì lo sviluppo e l’influenza. Inoltre, il villaggio è dedicato alla dea Venere, aggiungendo una dimensione mitologica alla sua ricchezza culturale. Passeggia per le sue pittoresche strade e ammira i suoi magnifici edifici storici per immergersi nell’atmosfera romana che vi si respira.

Canosa

Ponte Romano di Canosa

Shutterstock – Archeoflight

Concludiamo la nostra selezione con Canosa, pittoresco borgo situato nella regione Puglia. Sede dei resti romani di Canusio, Canosa offre un ricco patrimonio storico da esplorare. Passeggia per le sue affascinanti strade e prendi quello vecchio Via Traianastrada romana di grande importanza.

Non perdetevi l’impressionante Arco di Traiano, una struttura in mattoni che dimostra la grandiosità dell’architettura romana nonostante sia priva del rivestimento originale in marmo. Nei dintorni del villaggio avrete anche l’opportunità di visitare un sito archeologico che svela il rovine di un grande ponte romano.

READ  le stanze sono vuote in Italia

Pronti ad esplorare questi 10 borghi romani in Italia? Che tu sia appassionato di storia o semplicemente alla ricerca di autenticità, questi meravigliosi siti ti promettono a immersione totale nell’antichità romana. Non esitate a dare i vostri suggerimenti sui borghi da visitare nell’area commenti e condividete con noi le vostre esperienze! Allora, cosa aspetti a vivere un soggiorno unico e accattivante?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *