Dal Cotentin all’Italia, 6.500 km in coppia e in bicicletta!

Giada e Antoine durante il loro tour in Francia e in Italia.

Antoine Dematteo, 34 anni, è di Carteret (Manica). Si stabilì Amsterdam per il suo lavoro con la moglie Giada, 27 anni, di origine italo-olandese.

Dopo tre anni dietro un computer, Antoine si rese conto di avere una vita superficiale, si stava perdendo i veri valori. La decisione è stata presa: “fare il giro del mondo in bicicletta”. Ma questo senza contare l’arrivo del Covid-19.

Incontri straordinari

Giada e Antoine hanno ancora preso un anno sabbatico e hanno limitato il tour mondiale a un tour in Francia e in Italia, solo per tornare al villaggio di Giada.

E via, nell’ottobre 2020, con l’essenziale sulle bici, sul Via Francigena. Avventure, hanno vissuto. Quando ti ritrovi in ​​una piccola tenda, sotto la pioggia, dopo una vita comoda…


Ma per lo più lo hanno fatto incontri straordinari, come spiega Antoine: “Durante questo viaggio ho voluto condurre una vita semplice, lontana dalla civiltà. Abbiamo beneficiato del social network per ciclisti Doccia calda. Questo sito ti permette di essere ospitato senza compenso, tranne che magari di ricevere a casa tua un ciclista in seguito. “

“Ma quello che mi ha sorpreso è stata la generosità della popolazione. Non volendo montare la tenda da nessuna parte, ho chiesto alle persone di mettere la nostra tenda in un piccolo angolo del loro giardino. Abbiamo avuto incontri favolosi, persone dal cuore grande che spesso si sono offerte di condividere un drink o un pasto. Scambi magnifici e positivi. “

Antoine Dematteo

Non fermiamo Antoine quando parla di tutte queste avventure. Come quello dei castelli della Loira: offre a una coppia di fotografarli. Segue la spiegazione del loro Tour de France in bicicletta. Ed ecco Antoine e Giada invitati durante il loro soggiorno a Tolosa con questa coppia.

READ  L'Italia rovescia la Nigeria in tempo di denaro per raggiungere i quarti di finale | NBA

Sono andati in Italia nel paese natale di Giada, Salsomaggiore. Rimasero lì per quattro mesi.


Un viaggio di 6.500 km raccontato in un libro

Con il confinamento e l’inasprimento delle norme sanitarie, hanno notato che le persone erano “barricate” nelle loro case. Erano molto meno amichevoli. Giada e Antoine hanno deciso di accorciare il loro giro della Francia in bicicletta e sono tornati a Carteret in treno.

Antoine ha sempre sognato di scrivere un libro. Così, dopo quasi 6.500 km con la moglie, è stata l’occasione per ripercorrere questi mesi di avventure e incontri.

“Lo scopo del viaggio, storie di coppia e cicloturismo” di Giada Versteegh e Antoine Dematteo in vendita su Amazon, in formato digitale e cartaceo.

Dalla nostra corrispondente Chantal LECLERC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *