Crisi leggendaria, trionfo di Pogacar, Michaela Shiffrin senza eguali… Cosa ricordare dello Sports Weekend

Crisi leggendaria, trionfo di Pogacar, Michaela Shiffrin senza eguali… Cosa ricordare dello Sports Weekend

Il weekend sportivo è stato segnato dalla clamorosa vittoria del quindicesimo campionato di Francia a Twickenham, dall’arrivo della Parigi-Nizza e dal record di Mikaela Shiffrin nella Coppa del Mondo di sci alpino.

Il resto dei Sei Nazioni, le tappe della Coppa del Mondo di sci alpino e di biathlon, il pugilato, il ciclismo in Francia e in Italia: tracce perse questo fine settimana? Franceinfo: lo sport riassume tutto ciò che non dovresti perderti in questo fine settimana di sport.

Sei Nazioni: la Francia XV schiaccia l’Inghilterra e l’Irlanda si avvicina al torneo del Grande Slam

battere. I giocatori di rugby francesi hanno subito la più grande sconfitta nella storia dell’Inghilterra a Twickenham Park (53-10), sabato 11 marzo. Grazie a sette mete segnate da Thibaud Flament, Charles Olivon, Damien Benaud – una doppietta a testa – e Thomas Ramos, il XV francese ha scalpato gli inglesi, in casa, per la prima volta dal 2005.

.

Questa vittoria, costruita grazie all’inizio della palla di cannone, permette al clan tricolore di togliere i dubbi sull’inizio del torneo. ma anche per mantenere una flebile speranza di conservare il suo titolo. Grazie alla vittoria di domenica a Murrayfield (22-7), l’Irlanda – ancora in corsa per il Grande Slam – rimane favorita prima di ricevere il XV de la Rose, sicuramente, il prossimo fine settimana. Nel frattempo, l’Italia non è riuscita a scalzare il Galles, ultimo classificato, perdendo contro la Roma (17-29).

Ciclismo: Pogacar, Roglic, Gaudu… I leader brillano sotto il sole del Mediterraneo

Il weekend da sogno di Tadej Pogacar. Dopo la sua prima vittoria di mercoledì, lo sloveno ha vinto le ultime due tappe della Parigi-Nizza assicurandosi la classifica generale della gara. Sabato, sulle piste del Col de la quillolIl leader degli Emirati Arabi Uniti ha battuto in volata il francese David Gaudeau. Il corridore del Groupama-FDJ potrebbe comunque accontentarsi del secondo posto assoluto, a 53 secondi dalla maglia gialla, ma soprattutto con 46 secondi di vantaggio su Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma), recente vincitore del Tour de France.

READ  Alexandros Papifthimieu nella FIA Karting Academy Cup 2021
Senza discutere, Tadezh Pogacar alza le braccia a Nizza.  Per la terza volta dall'inizio della Parigi-Nizza, lo sloveno è salito sul palco.  Questa volta sta completando il suo dominio nella classifica generale davanti a David Godot e Jonas Vingaard.

Nel frattempo, un altro sloveno, Primoz Roglic, si aggiudica la Tirreno-Adriatico italiana con tre vittorie sul cronometro, di cui una sabato nella gara sprint contro gli altri leader della classifica generale.

Sci alpino: Michaela Shifrin non ha eguali

Niente poteva resistere a Michaela Shifrin, nemmeno la 34enne da record. Venerdì l’americano ha eguagliato l’asticella delle 86 vittorie in Coppa del Mondo per lo svedese Ingmar Stenmark vincendo lo slalom gigante ad Are (Svezia). Sabato l’ho superato. Ora la sciatrice più prolifica della storia, sia uomini che donne, ha perso i suoi due principali concorrenti per quasi un secondo nello slalom.

Questo è suo La tredicesima vittoria dell’inverno inizia a 28 anni in pista. Il pattinatore del Colorado ha già la certezza di vincere il mondo Little Giant prima delle finali, che si terranno la prossima settimana a Soldeu (Andorra). Solleverà anche lo slalom e un quinto grande globo (dopo il 2017, 2018, 2019 e 2022). Regina dei record per una pattinatrice di appena 28 anni.

Boxe: una nuova delusione per Tony Yoka

Subendo la sua prima sconfitta da professionista contro Martin Bacall lo scorso maggio, Tony Yoka ha dovuto affrontare una schiacciante battuta d’arresto nella sua “vittoria” verso il titolo mondiale. Andando avanti, il campione olimpico del 2016 ha raccolto un santo cliente: Carlos Takam, 39 vittorie-sette-sconfitte ma 42 anni sul cronometro e lasciato con due sconfitte. Di fronte al suo avversario più formidabile di sempre, Yuka non trova mai la soluzione, subendo la sua seconda sconfitta consecutiva.

Spesso difensivo, privo di mobilità contro l’acuto e potente Takame, Yuka ha lottato per la maggior parte del combattimento, portandolo a una sconfitta logica nonostante una decisione separata degli arbitri. La sua corsa verso la lotta per la cintura mondiale potrebbe essersi certamente interrotta sabato sera.

READ  Tour de France 2022: tre cose da sapere sulla prima tappa di Copenaghen

Biathlon: le donne francesi affrontano la staffetta junior a Östersund

Giocato fino agli ultimi metri Lou Genmoneau, Chloe Chevalier, Caroline Colombo e Anais Chevalier Bouchet. Staffetta francese È arrivato secondo dietro la Norvegia a Östersund (Svezia), ma soprattutto davanti alla Germania nel traguardo. Abbastanza per vincere il piccolo mondo dei maggiori che stavano combattendo con i loro vicini dall’altra parte del Reno, in questa ultima gara a squadre della stagione.

Questa è la terza volta nella loro storia, dopo il 2007 e il 2012, che i Bleues vincono la classifica generale della staffetta. In questa stagione, i Tricolores hanno vinto due volte prima di questo secondo posto, su sei periodi. Il clan bianco-blu-rosso ha conquistato podi anche nella staffetta maschile ma anche individualmente, grazie in particolare a Julia Simon ed Eric Pirro nella mass start.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *