Come riaccendere la passione dei giovani per il pianeta

Come riaccendere la passione dei giovani per il pianeta

Non preoccuparti delle piccole cose, ci dice un certo psicoterapeuta e scrittore motivazionale.

Una piccola prospettiva può placare una montagna di dolore personale.

Detto questo, non ne consegue necessariamente che dovremmo mettere in evidenza i nostri risultati, in particolare di fronte alle scoraggianti sfide ambientali di oggi.

“I problemi che affrontiamo possono sembrare così grandi e travolgenti, e a volte sembra impossibile ottenere qualsiasi tipo di cambiamento significativo. Ma dobbiamo conservare la nostra energia e apportare piccoli cambiamenti che possono portare cumulativamente a grandi cambiamenti”, afferma Rio Patton. “.

Rio Button utilizza un ricevitore di telemetria per tracciare in modalità wireless i gatti dal collare nero nel Kalahari. La curiosità e il timore reverenziale per gli spazi selvaggi ispirano il lavoro di Patton. (Foto: Michelle Schroeder)

“Lavorando con i giovani, è importante celebrare le piccole cose che tengono eccitato un movimento o un progetto”.

Patton, un biologo marino di 28 anni e scrittore ambientale, stava parlando a un webinar sui “punti critici” organizzato dalla società di ricerca e conservazione Oppenheimer per celebrare il mese della gioventù in Sudafrica.

Nuovi suoni

Al panel erano presenti anche Reinhold Mangundu, co-presidente della Environment and Wildlife Society of Namibia, e Karabo Mokoena, una comunità e attivista ambientale con un particolare interesse per l’acqua.

Knox Nchapa, Chief Communications Officer di Oppenheimer Generations, ha facilitato l’incontro.

Ai giovani nelle scuole viene insegnato a pronunciare parole come “industrializzazione”. Questi tipi di parole sono ostili a un pianeta che sta esaurendo le risorse.

Lavorare con i giovani per apportare modifiche alla conservazione è “un’opportunità straordinaria”, ha affermato Patton, i cui interessi includono aree marine protette, pesca responsabile e giornalismo giovanile.

“I giovani non dovrebbero scoraggiarsi perché la crisi climatica è enorme e urgente. Non dovremmo essere paralizzati dal non fare assolutamente nulla”, ha detto Patton.

antidoto

L’antidoto alla paralisi è “ispirare e alimentare l’amore per l’apprendimento e la passione per la conservazione” tra i giovani. Dobbiamo creare spazio per loro, ha detto, ascoltandoli, sostenendoli e guidandoli.

Mangundu ha preso una linea simile a Button su come potremmo affrontare un futuro incerto.

READ  Un'agenzia statunitense finanzia lo sviluppo di un vaccino contro l'HIV in Africa

“Se tutti facciamo piccoli passi incrementali, con ogni briciolo di speranza e amore nei nostri cuori, saremo in grado di trasformare le nostre società, perché alla fine il nostro futuro dipende dai nostri sforzi collettivi, e siamo chiamati a lavorare insieme e tessere insieme quel tessuto umano.

Reinhold Mangondo, 27 anni, è un convinto oppositore dell’esplorazione petrolifera nel delta dell’Okavango. (foto: in allegato)

Ma Mangondo sottolinea che ci sono pochi giovani nelle strutture politiche e nei processi decisionali nella sua nativa Namibia, e questo ha avuto conseguenze per l’ambiente.

I nostri politici africani soffrono della sindrome della crescita economica senza tener conto della sostenibilità. Questo li colpisce nel modo in cui non prendono sul serio i giovani, ha detto, aggiungendo che il rinnovamento del continente richiede un cambiamento di mentalità.

i cambiamenti

“Ai giovani nelle scuole viene insegnato a pronunciare parole come ‘produzione’. Questi tipi di parole sono ostili a un pianeta che sta esaurendo le risorse”. “A meno che non ridefiniamo cosa intendiamo per crescita, continueremo a sostenere i sistemi di estrazione e distruzione.

“Dobbiamo esaminare le alternative”.

Mangondo ha ritenuto che per troppo tempo i giovani abbiano riconosciuto il potere che avevano solo come “una potente forza di cambiamento”. Fortunatamente, questo stava cambiando.

Mentre assisteva a un progetto di ricerca subacquea a Zavora, in Mozambico, Rio Patton ha trascorso del tempo con una di lei Una creatura oceanica preferita, il pesce chitarra Bowmouth in pericolo di estinzione, altrimenti noto come lo squalo raggio. (Foto: Nakia Cullen)

“Negli ultimi due anni i giovani si sono mobilitati per denunciare le compagnie estrattive per l’esplorazione di petrolio e gas nel Paese [Namibia’s] Le regioni più sensibili, eppure siamo stati etichettati come piantagrane climatiche e attivisti anti-sviluppo.

energia più pulita

Mokoena, uno scienziato naturale di 29 anni, è un forte sostenitore del coinvolgimento di giovani scienziati nel guidare la rivoluzione energetica per un futuro più verde e una minore dipendenza dalle centrali elettriche a carbone.

In qualità di membro del Parlamento sudafricano dei giovani per l’acqua, Mokwena è stato determinante nello sviluppo del “Piano d’azione per l’acqua” su come il governo affronterà la crisi idrica e igienico-sanitaria del paese.

READ  FIR contro Ingegnere trattenuto per aver minacciato la figlia di Virat Kohli

Queste raccomandazioni sono state fatte in Conferenza delle Nazioni Unite sull’acqua a New York a marzo.

competenze e innovazione

Mokoena lo ha ricordato al webinar La disoccupazione Era un grosso problema in Sud Africa, soprattutto tra i giovani.

Ha sottolineato che le persone nelle comunità emarginate sono altamente capaci di innovazione e ha voluto vedere un passaggio dalla dipendenza dal posto di lavoro formale alla creazione di posti di lavoro attraverso l’imprenditorialità.

Questo, ha detto, richiede che i giovani professionisti siano riconosciuti per le loro capacità “e non solo come giovani”.

Rio Patton si è tuffato ad Aliwal Shoal nel KZN insieme a una tartaruga caretta. (Foto: Temujin Johnson)

“Dovremmo essere autorizzati a prendere posto ai grandi tavoli e partecipare al processo decisionale e alla politica”, ha aggiunto Mokoena. “Sedersi al tavolo significa che in ogni fase del processo decisionale si hanno uno o due rappresentanti dei giovani specializzati in quel campo. La nostra presenza porta una narrazione diversa e una prospettiva diversa”.

A turno

In Namibia, Mangundu è coinvolto in una serie di progetti. Per un recente Master in Sviluppo sostenibile, scopri come i giochi partecipativi possono essere utilizzati per l’apprendimento esperienziale, per aiutare le persone a rispondere alle sfide che la Namibia sta affrontando per raggiungere gli SDG.

Oggi aiuta a gestire giochi di ruolo con quasi 1.000 partecipanti in Namibia e Sud Africa, con il supporto della Hannes Seidel Foundation.

“Siamo in grado di riunire diversi gruppi, inclusi leader di comunità, studenti, giovani professionisti e responsabili politici. Rompono i loro pregiudizi naturali e collaborano per trovare alternative creative per affrontare problemi complessi”, ha affermato Mangondo.

Leggi di più su The Daily Maverick: SA ha bisogno di mantenere l’equivalente del Kruger Park ogni anno per raggiungere gli obiettivi delle Nazioni Unite

“Ad esempio, rendiamo il politico un giovane a scuola, e poi il potere viene dato ai giovani… con determinate regole e condizioni”.

In questo spazio di trasformazione, “i giovani possono creare e orientarsi verso alternative per il nostro futuro comune”.

READ  不近人情 ︳丈夫變植物人申請殘疾證 妻子:被要求丈夫親身交表 - 晴報 - 家庭 - 家居

Approccio ecosistemico

Un approccio simile è stato utilizzato dalla Responsible Fisheries Coalition, ha affermato Patton, per creare “piattaforme sicure” per discutere gli approcci degli ecosistemi alla pesca.

Ci hanno messo in una stanza: scienziati, pescatori e osservatori della pesca. Ci hanno dato alcuni incentivi e attività. Abbiamo imparato molto gli uni dagli altri. Le informazioni scorrevano in tutte le direzioni.

Karabo Mokoena (29) ha recentemente completato il suo master in scienze animali, vegetali e ambientali con lode presso l’Università del Witwatersrand con una specializzazione in botanica. (foto: in allegato)

“I pescatori potevano condividere ciò che stava realmente accadendo in mare e aprirsi su come stessero violando i regolamenti. Gli scienziati potevano rispondere a domande come: perché abbiamo bisogno degli squali? Perché sono importanti per il nostro ecosistema? E gli osservatori hanno avuto l’opportunità di mostrarcelo le sfide uniche che devono affrontare.”

C’è anche un grande valore nel promuovere i talenti di scrittura di giovani scienziati per aumentare la consapevolezza delle preoccupazioni ambientali, ha detto Patton. Ho scritto e co-autore più di una dozzina Storie di biodiversità A Anticonformista quotidiano Ha servito come ambasciatore per la Wildlife and Environment Society of Young Journalists for the Environment.

reti

Ha detto che scrivere per i media ha ampliato le sue reti e l’ha presentata a un fantastico gruppo di persone e mentori che l’hanno aiutata a diventare scienziata all’inizio della sua carriera. E di sicuro va in giro. All’inizio di quest’anno, ho contribuito a creare aree protette in Arabia Saudita. Un mese fa è tornata dal Somaliland, dove ha lavorato come assistente alla fotografia e sottomarino commerciale nella nuova area marina protetta dell’Africa. Ora è in viaggio per l’Australia per iniziare il suo dottorato di ricerca – “una nuova laurea, in un nuovo posto, una nuova disciplina accademica – tutto molto diverso da quello che ha fatto prima”.

Ma studiare all’estero, ha detto, non significa che non tornerà in Africa, dove assumerà il ruolo di mentore nello stesso modo in cui altri l’hanno rafforzata e ispirata. Reporter itineranti / Comune di Dubai

Segnalazione aggiuntiva di Alexandra Howard.

Howard sta completando il suo dottorato di ricerca in zoologia presso l’Università del Free State. Skyla Thornton studia Scienze della Terra alla Stellenbosch University. Savannah Burns è una scrittrice freelance e ambasciatrice del Young Environment Correspondent Program della Wildlife and Environment Society.

Questa storia è stata prodotta con il sostegno del progetto New Narratives for Itinerant Reporters, un’iniziativa di formazione giornalistica sviluppata in collaborazione con gli specialisti della comunicazione scientifica Jive Media Africa.

clicca qui Per visualizzare una registrazione del webinar, Nuove voci per l’Africa

Questa storia è apparsa per la prima volta su Our Weekly 168 giornale, che è disponibile a livello nazionale per R29.

Galleria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *