Centinaia di uccelli muoiono a Roma a causa dei fuochi d’artificio, gli attivisti per i diritti degli animali descrivono come “ massacro ”

Dopo i festeggiamenti di Capodanno, centinaia di uccelli morti sono stati trovati per le strade di Roma. Secondo l’Animal Defense Association, la morte degli uccelli è collegata alla caduta di fuochi d’artificio.

I residenti di Roma hanno fatto una scoperta scioccante quando sono usciti dalle loro case a Capodanno. In effetti, le strade della città erano ricoperte da centinaia di carcasse di uccelli.

Sebbene la causa esatta della loro morte non sia ancora nota, potrebbe essere correlata all’impostazione di fuochi d’artificio e fuochi d’artificio.

Gli uccelli morirebbero di paura

Questo fenomeno è stato fotografato da molti residenti, stupiti nel vedere i tanti uccelli sulle strade. Nei video possiamo vedere storni spaventati e disorientati.

Credito immagine: IOPA

Secondo l’Organizzazione internazionale per la protezione degli animali, gli uccelli sarebbero morti per la paura dei fuochi d’artificio.

“Potrebbero essere spaventati a morte. Potrebbero volare insieme e sbattere l’uno contro l’altro, o colpire finestre o linee elettriche. Non dimentichiamo che potrebbero anche morire di infarto”.Lo ha detto la portavoce dell’organizzazione, Loridana Diglio. L’azienda ha anche definito questo fenomeno un “massacro”.

I fuochi d’artificio sono vietati

Questo fenomeno non sarebbe mai dovuto accadere, perché lo spettacolo pirotecnico era vietato a Capodanno, perché in città veniva imposto il coprifuoco dalle 22:00. Inoltre, nella capitale sono vietati i fuochi d’artificio per uso personale, per non minacciare gli animali.

“Per ridurre al minimo l’impatto negativo dei fuochi d’artificio sugli uccelli, esortiamo gli organizzatori di fuochi d’artificio a evitare il lancio di razzi vicino ad aree naturali sensibili, come riserve naturali, siti di nidificazione e raccolta”.Richiesto dalla Royal Society for the Protection of Birds.

READ  Manchester United XI vs Newcastle: Confermate oggi la notizia della formazione e della formazione titolare

Non sarebbe la prima volta che si verifica questo disastro, poiché si dice che molti storni siano morti anche nel 2003 e nel 2010, durante uno spettacolo pirotecnico di Capodanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *