Allerta meteo: perdurante episodio di violenti venti di maestrale e tramontana da sud-est

Attraverso Gilles MATRICONmeteorologo

Previsioni meteo complete in diretta telefonica al

3201*

Da domenica 7 novembre alle ore 9.00 a martedì 9 novembre alle ore 9.00

Situazione

Un sistema di bassa pressione si sta allargando nel bacino del Mediterraneo, dalla Sardegna e dall’Italia all’Algeria e alla Tunisia e vi rimane fino a giovedì prossimo.

Ai margini di un sistema di bassa pressione alimentato da aria fredda e molto instabile in quota, il sud-est della Francia ha subito un duraturo episodio di forti venti di maestrale e tramontana, con raffiche talvolta superiori a 100 km/h per 48 ore.

Ecco le principali caratteristiche di questo degrado

– un episodio duraturo da domenica a martedì di tramontana molto forte, con raffiche superiori a 100 km/h dai Pirenei Orientali all’Aude, tra Perpignan (66) e Narbonne (11), fino a 120 km/h in mare tra Leucate (11) e Le Barcarès (66) e 150 km/h a Cap Béar (66).

– un violento maestrale nella media e bassa valle del Rodano con raffiche che possono avvicinarsi a 110-120 km/h tra Orange (84) e Avignone (84) da domenica a martedì mattina.

– il passaggio di numerose ondate di acquazzone sulla Corsica tra domenica e martedì o mercoledì, che per accumulo possono portare grandi quantità d’acqua, soprattutto nella parte orientale dell’isola esposta ad un forte vento di levante carico d’ umidità. Non sono escluse la grandine, così come il rischio di trombe marine in prossimità della costa.

Osservazione

Questa domenica alle 7:00 il vento da nord soffia molto forte a Roussillon con 122 km/h di vento a Cap Béar (66), 93 km/h a Leucate (11) e 90 km/h a Perpignan (66). Il maestrale si sta rafforzando a quasi 100 km/h nella bassa valle del Rodano a Tarascon (13) e Orange (84). In Corsica, il vento da est soffia a 104 km/h a Porto-Vecchio (2A).

READ  Italia – La Giustizia annulla mandato di cattura contro finanziere vaticano

qua
Alle 12,
la depressione evolve tra le Baleari e la Sardegna a 1012 hPa mentre l’alta pressione atlantica aumenta a 1033 hPa sul Golfo di Biscaglia. È questo gradiente di pressione sempre più importante che provoca un netto rafforzamento del vento attuale, con raffiche di tramontana a 70 km/h a Roussillon, tra Perpignan e Gruissan (11). A Cape Béar (66), è stata appena misurata una raffica di 100 km/h alle 12 h. In Sardegna le piogge temporalesche si intensificano man mano che risalgono verso il sud della Corsica.

Evoluzione

Ecco la cronologia di questo degrado

Questa domenica, la tramontana soffia violentemente, con raffiche prossime ai 90-110 km/h dai Pirenei Orientali all’Aude, con punte intorno ai 120 km/h in riva al mare e 150 km/h a Capo Béar. Nella media e bassa valle del Rodano, il maestrale si rafforza a 100 km/h da Montélimar a Orange. In Corsica l’instabilità si sta intensificando con violenti temporali che attraversano l’isola da est a ovest.

Nella notte da domenica a lunedì, la tramontana continua a raggiungere frequentemente i 90-110 km/h, con punte superiori al 10-20% sui promontori e sulle coste esposte. Nella media e bassa valle del Rodano, il maestrale raggiunge i 100 km/h. In Corsica l’instabilità resta marcata con il passaggio di numerosi e talvolta forti temporali.

Di lunedi è la giornata più ventosa di questo episodio di maestrale e tramontana. La tramontana raggiunge ancora i 90-110 km/h fino alla fine del pomeriggio. Ma è nelle valli inferiori e medie del Rodano che il vento soffia più forte. Tra Orange, Avignone e Istres, le raffiche di maestrale possono raggiungere i 110-120 km/h e i 90-110 km/h in direzione di Montélimar, Salon-de-Provence e Arles. In Corsica la situazione continua a peggiorare con una perturbazione che porta piogge abbondanti per tutto il giorno, soprattutto nella parte orientale dell’isola.

READ  Italia: a Roma, inizio decontaminazione e riapertura terrazze

Martedì, il maestrale e la tramontana si indeboliscono rapidamente. Ma stiamo assistendo a un nubifragio in aumento dalla Sardegna alla Corsica che potrebbe portare nuovi e abbondanti acquazzoni sull’isola.

Ecco le principali caratteristiche di questo degrado

– una puntata duratura da domenica a martedì di tramontana molto forte, con raffiche superiori a 100 km/h dai Pirenei Orientali all’Aude, tra Perpignan (66) e Narbonne (11), fino a 120 km/h in riva al mare tra Leucate (11) e Le Barcarès (66) e 150 km / h a Capo Béar (66).

– un violento maestrale nella media e bassa valle del Rodano con raffiche che possono avvicinarsi a 110-120 km/h tra Orange (84) e Avignone (84) da domenica a martedì mattina.

– il passaggio di diverse onde temporalesche sulla Corsica tra domenica e martedì o mercoledì, riuscendo per accumulo a portare notevoli quantità d’acqua, in particolare sulla parte orientale dell’isola esposta ad un forte vento di levante carico di umidità. Non sono escluse la grandine, così come il rischio di trombe marine in prossimità della costa.

Elenco dei reparti interessati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *