Alla scoperta di strani bagliori notturni nel cielo marziano

Alla scoperta di strani bagliori notturni nel cielo marziano

Se è visibileBagliore d’ariaQuesti bagliori notturni, che a volte illuminano il cielo, sono ben noti sulla Terra, e questa è la prima volta che vengono avvistati anche su Marte, in una gamma di lunghezze d’onda che li renderebbero visibili agli aspiranti esploratori del pianeta rosso .

Questo interesserà anche te

[EN VIDÉO] Airglow, un cielo pieno di stelle colorate! Attraverso i suoi video, Adrien Mauduit ci svela tutta la bellezza dei cieli terrestri…

Questa non è la prima volta che vengono osservati strani bagliori nel cielo marziano. Si illumina nella gamma degli ultravioletti, che purtroppo non può essere rilevata da a occhioocchio Umani. Ma non questa volta! L’ultima osservazione degli scienziati dell’Università di Liegi rivela che la luce è stata effettivamente emessa nel campo del visibile.

Un fenomeno diverso dall’aurora boreale

Solitamente destinato alla mappatura Strato di ozonoStrato di ozono Intorno al pianeta, strumento Youvis il beduinoè a bordo del satellite Traccia l’orbita del gasHa scoperto accidentalmente strane luci nella notte marziana. Questi brillamenti sono stati osservati ad un’altitudine compresa tra 40 e 70 chilometri e sono causati dalla ricombinazione di atomi.OssigenoOssigeno Creato nelAtmosferaAtmosfera Calda estate marziana e trasportala VentoVento Verso le regioni polari dell’emisfero opposto duranteinvernoinverno. In quest’area, gli atomi di ossigeno interagiscono con i raggi ultravioletti emanati dal corpo solesoleAllora chiamalo MolecoleMolecole di anidride carbonica2. Questa reazione chimica produrrà molecole di O2. Ricombinazione molecolare caratterizzata dalla specificità dell’emissione luminosa nell’intervallo spettrale visibile. Questo è un fenomeno ChemiluminescenzaChemiluminescenzache è quindi diverso da quello che porta all’aurora boreale.

READ  Questo chip rivoluzionario utilizza le onde sonore invece degli elettroni

Un fenomeno che ci permette di comprendere meglio la dinamica dell’atmosfera marziana

Questo fenomeno è ben noto sulla Terra.Bagliore d’aria), è stato osservato VenereVenere. Tuttavia, questa è la prima volta che questo viene osservato su Marte.

I ricercatori hanno già notato l’esistenza di altri TrasmissioneTrasmissione Luminoso nella gamma UV. Questi possono essere associati alla ricombinazione degli atomi di ossigeno eazotoazoto dare formaMonossido di azotoMonossido di azoto (NO). Pertanto, lo studio di questi due fenomeni può fornire una migliore comprensione della dinamica dell’alta atmosfera e dei suoi cambiamenti durante l’anno marziano. Questi risultati sono stati pubblicati Nella rivista Astronomia della natura.

Mag terra incognita

Quest’autunno, approfondisci i segreti degli abissi… scopri Il nuovo numero della rivista Future “L’ultimo pezzo di Terra Incognita giace sotto i nostri piedi.”

Trova Mag Futura nelle edicole più vicine a te!

Scopri un estratto da Mag Futura

Nel riassunto di questo numero 4 troverai 148 pagine per capire tutto sulle sfide di oggi e di domani :

  • Fascicolo centrale di 60 pagine per Immergetevi nel cuore della Terra E il suo abisso;
  • Un manuale ambientale: Confronto con Gaia – Luce sulla spazzatura del mondo ;
  • E tanti altri format per comprendere e preservare meglio il mondo: Quarterback, Meccanica della Bellezza, Dove va la Tecnologia?, Epifania Cosmica, Scienza nei Fumetti…

Futura è un media scientifico indipendente e impegnato e ha bisogno che i suoi lettori continuino a fornire informazioni, analisi e decodifica. Per incoraggiare questo approccio e scoprire le nostre prossime pubblicazioni,L’abbonamento rimane il modo migliore per sostenerci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *