Aggrapparsi agli elementi che ci fanno soffrire non ha nulla a che fare con la sindrome di Stoccolma.

Aggrapparsi agli elementi che ci fanno soffrire non ha nulla a che fare con la sindrome di Stoccolma.

Questo accadde cinquant’anni fa. Il mondo ha scoperto la sindrome di Stoccolma, innescata dalla spettacolare presa di ostaggi nel cuore della capitale svedese. Il concetto si riferisce quindi alla situazione in cui le persone rapite sviluppano un legame con il loro rapitore. A Casa di carta alla catena ClarkLa sindrome di Stoccolma è in gran parte trasmessa dalla cultura popolare e tende ad estendersi a nuovi ambiti della vita quotidiana. “Rischia di diventare un concetto generale”, afferma lo psichiatra Panteleimon Giannakopoulos.

Le Temps: Come definiresti la sindrome di Stoccolma?

Sei interessato a questo articolo?

Non perdere nessuno dei contenuti pubblicati ogni giorno: iscriviti ora! 9.-Franco svizzero Il primo mese per accedere a tutti i nostri articoli, profili e analisi.

Fino al 25% di sconto dal 22 agosto al 16 settembre

Consulta le offerte

Buoni motivi per iscriversi a Le Temps:

  • Consulta tutti i contenuti illimitati sul sito web e sull’applicazione mobile

  • È possibile accedere alla copia cartacea con quella digitale entro le ore 7.00.

  • Approfitta dei privilegi esclusivi riservati agli abbonati

  • Accesso agli archivi

READ  Riusciremo a rifare (rendere abitabile Marte)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *