Affonda un gommone con 100 migranti: sei morti, tra cui una bambina di 6 mesi. Open Arms: “Non ho aspettato aiuto”

Durante centinaia di migranti finita in mare nelle ultime ore dopo il canoa con cui stavano cercando di attraversare il Mediterraneo è stato distrutto. Sei di loro hanno perso la vita, inghiottiti dalle onde, incluso uno bambina di soli 6 mesi. I testimoni erano ancora i volontari di Braccia aperte. La segnalazione di un veicolo in difficoltà è arrivata al ONG spagnola al mattino da uno degli aerei di Frontex. La barca, ha detto la Guardia Costiera italiana, era a Sar di Responsabilità libica e l’ONG è stata contattata come “il mezzo più utile al momento”. Giunti nel punto indicato, però, i volontari si sono trovati di fronte ad una “operazione di soccorso molto complicata”: il gommone, racconta Open Arms, con un centinaio di persone a bordo, tra cui pochi bambini e donne incinte, “Aveva ceduto e la gente lo era già tutto nell’acqua, senza giubbotto di salvataggio e dispositivi di sicurezza “.

“Nostro Bagnino Sono in acqua a recuperare un centinaio di persone tra cui bambini e un neonato. La barca ha fallito, ecco cosa succede quando lo fai abbandonare per giorni le persone grande”, ha denunciato l’ONG. “Il gruppo medica aiutare tutti i salvati ”. Un video in cui possono essere visti è stato pubblicato sui loro social network decine di migranti in mare, maggior parte allegato a ciò che resta del gommone su cui viaggiavano e con indosso la giacca avviato da volontari. Altri invece sono supportati da due big galleggia scialuppe di salvataggio lanciate in acqua dai soccorritori mentre alcune, più isolate, si trovano a poche decine di metri dai resti della barca. “Nonostante gli enormi sforzi del team medico, un bambino di 6 mesi è morto a causa dell’affondamento. Avevamo chiesto di lei e di altri casi gravi evacuazione urgente, da completare a breve, ma senza farlo aspettare“.

READ  La situazione negli stati sospesi

Secondo le prime ricostruzioni, i migranti erano in mare da circa due giorni a circa 30 miglia a nord della costa libica di Sabratha. Il Presidente di Open Arms Italia Riccardo gatti in un video ha sottolineato che per il momento la Ong opera “da sola”. “Possiamo solo contare i nostri mezzi, che sono due lanci veloci e sei soccorritori: questo ennesimo naufragio dimostra quanto sia necessario soprattutto un’operazione congiunta in mare da parte dei governi dell’UE e l’apertura di corridoi umanitari“.

Oggi al chiosco – Ricevi notizie e informazioni quotidiane ogni mattina alle 7:00. Solo per abbonati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come adesso
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, stiamo svolgendo un servizio pubblico. Anche per questo, ogni giorno su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, informazioni esclusive, interviste ad esperti, sondaggi, video e molto altro ancora. Tuttavia, tutto questo lavoro ha un costo economico elevato. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con la rampa di accesso. Ecco perché chiedo a coloro che leggono queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente dell’assistenza clicca qui.

grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire ogni giorno centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre un reddito limitato. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una somma modesta ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente dell’assistenza!

Con gratitudine
Peter Gomez


Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Autostrade, Peter Gomez: “Adesso se gli azionisti stranieri vogliono più soldi, chiedete ai dirigenti e ai Benetton”

Il prossimo


Articolo successivo

Covid, diminuiscono i nuovi contagi: sono 33.000, 2.000 in meno rispetto a ieri con 8.000 tamponi in più. 623 altre vittime. Un milione di casi da marzo

Il prossimo


More from Teodosio Lettiere

Mihajlovic: “Un’epidemia a Genova. Serve molta attenzione”

L’allenatore del Bologna: “Speriamo di non essere contagiati al Napoli. Era prevedibile...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *