269 ​​vittime di sfruttamento sono state identificate in vigneti e piantagioni in tutta Europa

Vittime di sfruttamento lavorativo e il traffico di esseri umani nei vigneti e nelle piantagioni a Cipro, Francia, Italia, Lettonia e Spagna, ha rivelato una recente indagine sui diritti dei lavoratori in Europa.

Tra il 9 e il 16 settembre, l’Ufficio europeo di polizia (Europol), l’agenzia delle forze dell’ordine dell’Unione europea, ha indagato sui casi di traffico di manodopera agricola, reclutando oltre 2.000 agenti di polizia in Bulgaria, Cipro, Finlandia, Italia, Lettonia, Paesi Bassi e Spagna. .

L’azienda ha identificato 269 potenziali vittime dello sfruttamento agricolo in 704 località. Sul totale delle vittime, 17 sono a Cipro, 91 in Francia, 134 in Italia, 24 in Spagna e 3 in Lettonia. Le autorità hanno arrestato 12 viticoltori, fornitori di servizi e intermediari e hanno identificato 54 sospetti trafficanti. In totale sono state avviate 126 nuove indagini: 14 in Finlandia, 93 in Francia, 2 in Italia, 9 in Lettonia, 4 nei Paesi Bassi e 4 in Spagna.

“I cittadini di paesi terzi sono stati identificati come i più vulnerabili allo sfruttamento nei lavori stagionali, mentre i cittadini dell’UE sono esposti allo sfruttamento tutto l’anno nel settore agricolo”, ha affermato Europol in una nota.

READ  Sfakia - Una coppia olandese persa sotto la pioggia - salvata dai vigili del fuoco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *