Giorgio Panariello parla della morte del fratello: “Provo rabbia e dolore”

0

Non può sorridere in un momento come questo Giorgio Panariello, ironico attore italiano; come sappiamo di recente il fratello più piccolo Franco è stato trovato morto a Viareggio per colpa di un’ultima fatale overdose di eroina.
Era il giorno di Santo Stefano quando avvenne: dopo un mese l’attore ha deciso di rilasciare un’intervista a Vanity Fair per poter ricordare al pubblico e ai lettori del magazine che la droga è un problema sempre attuale, da non sottovalutare.

Un drogato può anche essere fisicamente a posto, ma se non lo è psicologicamente, in maniera assoluta e definitiva, è tutto inutile: sarà sempre a rischio. Per salvarsi bisogna essere forti, e Franco era una persona fragilissima. Nel 2006, dopo sei anni passati a San Patrignano, sembrava pulito”.
Il comico toscano ha vissuto nella certezza che il fratello fosse uscito da questa dipendenza, ma in realtà Franco gli aveva sempre mentito.
“Quando ho saputo, la mia prima reazione è stata di rabbia: Franco, giurandomi che aveva smesso per sempre, mi aveva preso per il culo ancora una volta. Questo ho pensato lì per lì, anche se poi l’autopsia ha confermato che, prima di quella sera, era stato davvero ‘pulito’ per un lungo periodo. Rabbia, tanta rabbia. Solo dopo è arrivato il dolore. E i ricordi”.

Alessandra Battistini

LEAVE A REPLY