Zanu PF rifiuta la donazione occidentale di $ 10 milioni e sfida CCC ad accettare la sovvenzione

Zanu PF rifiuta la donazione occidentale di $ 10 milioni e sfida CCC ad accettare la sovvenzione

HARARE – Lo Zanu PF ha ritirato il suo rango e ha lanciato un agghiacciante avvertimento ai rivali politici di non accettare una donazione di 10 milioni di dollari ai partiti politici dello Zimbabwe da parte dei paesi occidentali attraverso le loro agenzie per addestrare agenti elettorali prima delle cruciali elezioni di agosto.

In una dichiarazione rilasciata mercoledì, il tesoriere di Zanu BF Patrick Chinamasa ha affermato che la donazione è stata una strategia velata per sostenere la campagna elettorale del leader dell’Alleanza dei cittadini per il cambiamento Nelson Chamisa.

Chinamasa ha affermato che la donazione ha violato la legge sui partiti politici (finanziari) dello Zimbabwe, che vieta ai partiti politici di cercare o ricevere finanziamenti da fonti straniere.

La controversa legge, emanata nel 2001 per coincidenza da Chinamasa, allora ministro della Giustizia, prevede sanzioni severe, tra cui l’interdizione per chi viola la legge.

Chinamasa ha dichiarato: “Il Ministero delle Finanze dello ZANU-PF ha appreso che il Regno Unito, la Francia, l’Australia, l’USAID, la Svezia, il Giappone, l’Ambasciata degli Stati Uniti ad Harare, il National Democratic Institute (NDI) con sede negli Stati Uniti e l’Unione Europea, lo Zimbabwe Elections Support Network (ZESN) e il Center Election Resources (ERC) finanziati da Stati Uniti e Regno Unito hanno annunciato la loro donazione di 10 milioni di dollari per formare 12.500 agenti elettorali per ciascuno dei partiti politici che parteciperanno alle prossime elezioni coordinate.

“Vorrei chiarire che questa offerta di finanziamento è illegale e viola direttamente la Sezione 6 della legge sui partiti politici (Finanza), capitolo 2:11, che afferma che nessun partito politico, membro di un partito politico o candidato accetta alcuna donazione straniera direttamente o da un donatore o tramite una terza persona.

READ  Fornire formazione nel campo della pasticceria alle donne camerunesi

Chinamasa ha detto che Zanu PF rifiuterà la donazione, che ha insistito essere “illegale e in violazione delle nostre leggi”.

Ha continuato minacciando gli oppositori di non accettare il finanziamento e ha inoltre esortato la polizia a stare in allerta per qualsiasi trasferimento indesiderato di ingenti somme di denaro nel paese durante il periodo precedente alle elezioni ad alto rischio.

“Zanu PF invita tutti i partiti politici dello Zimbabwe, inclusi CCC e MDC-A, a non accettare questa offerta di finanziamento in quanto ciò costituirebbe una violazione della legge sui partiti politici (finanziamento)”, ha affermato Chinamasa.

“Zanu PF considera l’offerta di 10 milioni di dollari per formare agenti politici per qualsiasi partito politico non solo come un’interferenza diretta nei processi politici dello Zimbabwe, ma come una strategia mascherata da parte dei donatori per sostenere le fortune politiche in calo di Nelson Chamisa e del suo partito CCC”.

Formato da una fazione del Movimento per il Cambiamento Democratico nel 2022 e con una rappresentanza parlamentare decente, il CCC non riceve finanziamenti governativi ai sensi della suddetta legge che fornisce sovvenzioni proporzionate ai partiti politici fino a una soglia del 5 per cento del voto nazionale durante il quinquennio nazionale. suffragio universale del collegio elettorale.

Chinamasa ha aggiunto: “Zanu PF invita le forze dell’ordine e le istituzioni finanziarie a monitorare qualsiasi flusso di fondi nello Zimbabwe, specialmente durante il periodo della campagna elettorale per prevenire qualsiasi violazione della legge (finanziaria) dei partiti politici per perseguire eventuali autori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *