Un inizio vincente e una difesa disciplinata… Cosa ci è piaciuto e cosa non ci è piaciuto della quindicesima vittoria del francese sull’Italia

Un inizio vincente e una difesa disciplinata… Cosa ci è piaciuto e cosa non ci è piaciuto della quindicesima vittoria del francese sull’Italia

Schiacciando l’Italia venerdì a Lione (60-7), la Francia ha offerto una prestazione impeccabile e vincente. Buon auspicio in vista dei quarti di finale del Mondiale.

Francia TV – Redazione sportiva

pubblicato

aggiornare


Tempo di lettura: 2 minuti

I francesi festeggiano la rete di Mathieu Jalibert contro l'Italia, 6 ottobre 2023. (OLIVIER CHASSIGNOLE / AFP)

Abbiamo dovuto aspettare la fine della fase a gironi, ma il gioco è fatto, il XV francese ha il suo biglietto per i quarti di finale della Coppa del Mondo. I Blues hanno vinto grazie alla schiacciante vittoria sull’Italia (60-7), venerdì 6 ottobre. Gli uomini di Fabien Galthie lasciano il Lione al primo posto nel Gruppo A davanti alla Nuova Zelanda. Sabato, dopo la partita tra Irlanda e Scozia, scoprirà l’identità del suo avversario.

Ci è piaciuto molto

Ingresso forte

L’interesse a mettersi in gioco era uno degli obiettivi dichiarati. I Blues spuntarono rapidamente quella loro casella Fare un elenco Con due tentativi (il secondo e il tredicesimo) e un calcio di rigore (il terzo) in un primo quarto d’ora perfettamente controllato. Un ottimo inizio contro gli italiani dopo un inizio altalenante dall’inizio del Mondiale.

Jalibert Loco, il cardine di tutte le buone mosse

Questa è stata la grande domanda durante questo incontro. Con l’assenza del maestro Antoine Dupont, Maxime Loco ha dovuto riempire un enorme vuoto insieme a Mathieu Jalibert. Il numero 9 degli azzurri ha svolto brillantemente il suo compito, stando nel forno e nel macinino. Il suo amico di Bordeaux è stato protagonista di tutte le mete dei Blues, compreso il foot-slot acrobatico di Damien Penaud per la quarta meta dei Blues (38°), e questa prova è stata arricchita dalle sue finte devastanti (47°) o anche da questo passaggio saltato di Yoram Moivana (64°). . ). Un simbolo della sua ascesa al potere fin dall’inizio delle sue competizioni.

READ  Zlatan Ibrahimovic: Salus con Zlatan in Italia: cosa ha fatto ... - Sportdog.gr - Notizie sportive | notizia

Non ci sono giocatori in infermeria

I Blues hanno permesso a Fabien Galthie di gestire la sua squadra. Owiny Atonio e Thibaut Flament sono usciti presto dopo essere tornati dagli spogliatoi per prendersi una pausa (45° posto) per raggiungere i quarti di finale, seguiti da Maxime Loko e dal capitano Charles Ollivon (54° posto). Nessuno, quindi, si unirà a Julien Marchand (infortunato contro gli All Blacks) e Antoine Dupont (contro la Namibia). Buone notizie prima di entrare nella fase decisiva della competizione.

Difesa (quasi) impermeabile

Dopo la prestazione perfetta contro la Namibia (96-0), il XV francese è andato vicino a concludere la sua seconda partita consecutiva senza subire un solo punto. I francesi hanno concesso solo sei calci di rigore in questa partita, grazie ad una difesa forte e laboriosa, che per 70 minuti non ha lasciato briciole agli avversari. Gli azzurri controllano la palla, sono precisi con i piedi e spingono indietro l’Italia ottenendo un buon risultato.

Ci è piaciuto di meno

L’uscita anticipata di Angie Capuzzo

Sicuramente l’uscita del fuoriclasse italiano nel primo periodo è stata una buona notizia per i francesi, meno per lui, più francesi degli italiani, e per la suspense. Stordito, il terzino dello Stade Toulouse ha lasciato il suo posto al 31′ di gioco a causa del protocollo di commozione cerebrale. Ange Capuzzo, sostituito da Lorenzo Bani, ha lasciato i compagni nel momento peggiore, mentre la Squadra Azzurra ha iniziato a tenere la testa un po’ fuori dall’acqua.

Un gol inviolato mancato per un soffio

Dopo questa vittoria è difficile trovare qualcosa di cui lamentarsi. L’unica (leggera) frustrazione rimarrà questo tentativo, concesso dalla squadra dieci minuti prima del fischio finale (71). I Blues hanno visto un leggero calo di intensità dopo l’introduzione dei sostituti, come Yoram Moivana, che è stato spinto davanti alla propria linea di porta (non abbastanza per rovinare la sua introduzione, intervallata da due prove). Questo punto molto piccolo ci impedisce di parlare di un servizio perfetto.

READ  Kostas Manolas: Sono impazziti all'Olympiacos - Squadra - Sorpresa ... - Sportdog.gr - Notizie sportive | Notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *