Un accordo sulla riforma del bilancio dovrebbe essere concluso “presto”, afferma Olaf Schulz – EURACTIV.fr.

Un accordo sulla riforma del bilancio dovrebbe essere concluso “presto”, afferma Olaf Schulz – EURACTIV.fr.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz, dopo l’incontro di mercoledì 22 novembre con la sua omologo italiana Giorgia Meloni, più riservata sulla possibilità di raggiungere un accordo, ha dichiarato che i paesi dell’Unione europea sono vicini a raggiungere un accordo sulla riforma del bilancio europeo .

I membri dell’UE stanno attualmente negoziando modifiche alle rigide regole finanziarie dell’UE, che dovrebbero entrare in vigore il prossimo anno dopo la sospensione indotta dal coronavirus. L’Italia è il secondo paese più indebitato dell’Unione Europea, e quindi vuole allentare le strette restrizioni sul debito e sui bilanci pubblici, mentre i funzionari tedeschi preferiscono un monitoraggio rigoroso.

Tuttavia, Schulz (SPD/SPD, Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici/Socialisti e Democratici) ha espresso fiducia che l’impasse verrà risolta presto, dopo aver discusso la questione con la Meloni durante una sessione congiunta dei governi tedesco e italiano a Berlino.

“Mi aspetto che raggiungeremo presto un accordo.”Schulz ha detto ai giornalisti, aggiungendo che la soluzione terrà conto dei criteri di stabilità, ma non imporrà la forza “Nessun paese segue un programma di austerità”.

Non è chiaro se il primo ministro italiano condivida questo punto di vista, poiché i dettagli emersi finora dai negoziati indicano un accordo più vicino alle preferenze della Germania, che vuole regole più severe.

Mentre la Meloni ha ammesso che le trattative stanno andando avanti ” ogni giorno “Ha avvertito che non lo erano “non facile”.

Le regole del debito e del deficit dell’Unione Europea sono tra i principali punti critici nelle relazioni tra Italia e Germania, e tra gli altri punti c’è la disputa latente sulla registrazione degli immigrati clandestini.

Questi due temi sono stati in gran parte marginalizzati durante la riunione di gabinetto, dedicata al rafforzamento della cooperazione a lungo termine tra i due paesi. Schulz ha sottolineato che la maggior parte dei progressi sulle regole del debito sono stati compiuti durante una riunione dei ministri delle finanze dell’UE all’inizio di questo mese.

“Le cose stanno andando bene”

Le relazioni tra Italia e Germania sono state recentemente piuttosto armoniose nonostante l’avvento al potere del partito della signora Meloni e dei suoi Fratelli in Italia (Fratelli d’Italia, CRE), spesso descritto come “Post-fascismo” Lo riferiscono i media tedeschi.

READ  Η μό μόσχα σχεδιάζει να βιντει να βιντεοσκοπήσει ψεύτικη επίθεση της ενκρανίας εναντίον της ρωσίας

Rispondendo ad una domanda di Euractiv, il portavoce del governo non considera un problema il radicamento ideologico della Meloni, sottolineando che la Cancelliera tedesca “Non classificato [les tendances politiques] Da altri leader.

In effetti, Schulz, un socialdemocratico, si è avvicinato alla linea dura dell’Italia in settori come l’immigrazione, mentre Meloni ha mostrato pragmatismo nella sua politica estera, che ha visto i due governi ripetutamente convergere sulla scena europea, nonostante ciò. Disaccordi occasionali su alcuni dettagli.

“Penso che il Cancelliere Schultz sia una persona molto affidabile e le cose tra noi stanno andando bene perché ci parliamo in modo chiaro e franco.”Lo ha detto mercoledì la Meloni, mentre i due leader sottolineavano il loro consenso in molti settori.

Al rafforzamento delle relazioni tra i due Paesi è stata dedicata la riunione ministeriale congiunta, la prima di questo genere dal 2016, durante la quale Schultz e la Meloni hanno firmato un accordo ” piano di lavoro “ italiano tedesco.

Sebbene il piano sia stato lanciato sotto il governo di Mario Draghi nel 2021, la sua positiva conclusione sotto la presidenza della Meloni ha evidenziato il rapporto tra quest’ultima e Scholz.

L’accordo, che non è altro che un trattato di amicizia, prevede una più stretta cooperazione tra i due paesi nei settori della tecnologia, della concorrenza, della coesione sociale, del cambiamento climatico, dei partenariati globali e delle relazioni europee e culturali. I due Paesi si sono inoltre impegnati a costruire un gasdotto transalpino per l’idrogeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *