SpaceX sta lanciando quattro astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale

SpaceX sta lanciando quattro astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale

Quattro astronauti di diverse nazionalità sono decollati sabato da Cape Canaveral, in Florida, a bordo di un razzo SpaceX diretto alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dove sostituiranno l’equipaggio partito a marzo. Dovrebbero arrivare domenica.

Finora gli equipaggi della NASA erano sempre composti da almeno due americani. Ad accompagnare il pilota e leader della missione, Yasmine Mokbli, ci sono il danese Andreas Mogensen dell’Agenzia spaziale europea, il giapponese Satoshi Furukawa e il russo Konstantin Borisov.

“Per esplorare lo spazio dobbiamo farlo insiemeha affermato Josef Ashbacher, direttore generale dell’Agenzia spaziale europea, pochi minuti prima del decollo. Lo spazio è veramente globale e la cooperazione internazionale è essenziale. »

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Le stazioni spaziali private saranno più internazionali della Stazione Spaziale Internazionale.

I genitori di Yasmine Moqbali, che ha avuto il suo primo volo spaziale, sono fuggiti dall’Iran durante la rivoluzione islamica del 1979. Nata in Germania, cresciuta a Long Island (New York), si è arruolata nei Marines e ha pilotato elicotteri d’attacco in Afghanistan. Spera di ispirare le giovani donne iraniane. Credere in te stesso è una cosa molto potente.Ha detto prima del viaggio.

Il decollo è stato ritardato di un giorno a causa di ulteriori controlli del sistema di supporto vitale della capsula. Un altro astronauta della NASA decollerà dal Kazakistan alla volta della Stazione Spaziale Internazionale a metà settembre, accompagnato da due russi.

SpaceX ha già lanciato otto equipaggi per conto della NASA. Boeing è anche un fornitore di servizi per l’agenzia spaziale statunitense, ma non ha ancora effettuato alcun volo con equipaggio.

READ  Gli scienziati lanciano stelle modello in un buco nero virtuale per vedere chi sopravvive

mondo con ap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *