Silvio Berlusconi, 85 anni, punta alla presidenza italiana – rts.ch

A 85 anni, Silvio Berlusconi vorrebbe stabilirsi nel palazzo presidenziale italiano. L’ex presidente del Consiglio sta cercando di smussare la sua immagine e moderare il suo intervento per accedere a questa posizione che è soprattutto rappresentativa, ma il cui ruolo è anche quello di svolgere il ruolo di vigili del fuoco in caso di crisi.

Abbiamo conosciuto Silvio Berlusconi come un magnate dei media o un leader del calcio, sappiamo che è un miliardario e un seduttore, ha guidato il governo italiano in diverse occasioni, è stato condannato in tribunale e ha dovuto prestare servizio alla comunità, è stato screditato da scandali sessuali ed è stato accusato di corruzione e clientelismo, conosciamo la sua salute fragile dopo aver sofferto di Covid-19 ed è stato più volte ricoverato in ospedale.

A 85 anni, Silvio Berlusconi punta alla presidenza. [EPA/Matteo Corner – Keystone]

Ma dopo questa lunga carriera colorata, l’infaticabile politico potrebbe ancora aggiungere al suo curriculum la carica di capo di stato. Non nasconde più la sua ambizione di sostituire Sergio Mattarella, che completerà il suo mandato di sette anni, al palazzo presidenziale del Quirinale.

Settimane prima del voto parlamentare che si terrà a gennaio per scegliere il nuovo presidente, non è emerso alcun candidato chiaro per un ruolo importante in tempi di crisi. E se qualcuno vede l’attuale capo del governo Mario Draghi prendere l’incarico, anche se non ha annunciato le sue intenzioni, il “Cavaliere” perde le carte per essere scelto.

Prenditi cura dell’immagine mediatica

Silvio Berlusconi tiene così d’occhio i programmi dei suoi canali televisivi. Ha anche appena sospeso due talk show che davano troppa voce agli antivaccini. Gli osservatori politici la vedono come una decisione volta ad evitare ogni controversia. Questo fa parte della strategia di Silvio Berlusconi per smussare la sua immagine e mantenere una posizione moderatamente ragionevole, quella di uno statista competente in grado di contenere l’estrema destra.

READ  Italia: Mario Balotelli provoca una rissa generale in Serie B.

L’ex capo del governo ritiene che gli antivaccini rappresentino un pericolo per la salute pubblica e che ciò potrebbe avere ripercussioni sulla ripresa economica. Ha anche ampiamente promosso il vaccino contro il Covid-19 sui social network.

Ma al di là di questi aspetti, c’è il desiderio di essere più istituzionali, più europei, più responsabili e quindi di prendere le distanze da sovranisti, populisti e demagoghi, sia in politica che in televisione. .

Una reputazione danneggiata

Per Silvio Berlusconi arrivare alla presidenza sarebbe una sorta di coronamento, ma anche una rivincita, lui che è stato cacciato dal governo in piena crisi finanziaria nel 2011 e poi privato del mandato di senatore per un caso di corruzione . Alcuni ancora lo incolpano per gli scandali sessuali “Bunga Bunga”.

Ma oggi, tutti questi pasticci sono un po’ dimenticati, anche se il politico è ancora attualmente coinvolto in due processi in cui è accusato di aver pagato testimoni per mentire sulle sue feste “Bunga Bunga”. .

operazione seduzione

Resta il fatto che colui che era l’uomo più ricco del Paese ha ancora feroci oppositori all’interno dell’attuale Parlamento, che sarà portato, insieme ai delegati regionali, a scegliere il nuovo capo dello Stato.

Ma ha intrapreso un’operazione di seduzione, in particolare con gli eletti del Movimento 5 stelle, che sono i più numerosi in Parlamento. Ed è allora che ha descritto quella festa nel 2018 come un gruppo così inesperto che non li avrebbe nemmeno assunti per pulire il suo bagno. Ad esempio, ha elogiato alcune loro misure e ha elogiato Giuseppe Conte. E le sue case editrici non esitano a pubblicare i libri dei leader populisti che un tempo erano suoi nemici.

READ  Covid19. L'inquinamento promuove la diffusione del virus, secondo un ricercatore di Grenoble

Tuttavia, anche se un partito di centrodestra potrebbe sostenerlo nel voto, sembra tutt’altro che sicuro di una maggioranza. Franco Pavoncello, professore di scienze politiche alla John Cabot University di Roma, ha dichiarato all’AFP che la probabilità che Berlusconi venga eletto è “bassa”. “Considerando la sua età e il suo background, penso che le persone di tutto il mondo farebbero domande”, ha aggiunto.

Soggetto radio: Eric Joszef

Adattamento web: Frédéric Boillat con afp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.