Si prevede che giovedì la Banca d’Inghilterra mantenga la sua decisione di mantenere i tassi di interesse

Si prevede che giovedì la Banca d’Inghilterra mantenga la sua decisione di mantenere i tassi di interesse

Londra (AFP) – Si prevede che giovedì la Banca d’Inghilterra (BoE) continuerà ad alzare i tassi di interesse, spinta dal cupo contesto economico del Regno Unito e nonostante l’inflazione persistente nel paese.

Pubblicato su: Una media :

3 minuti

La decisione della Banca d’Inghilterra è attesa per mezzogiorno. La banca ha scelto a settembre di interrompere un ciclo di 14 sessioni, lasciando il tasso di interesse di riferimento invariato al 5,25%, il livello più alto dall’inizio del 2008.

Se ripetesse questa scelta, come si aspetta la maggior parte degli analisti, la Banca d’Inghilterra seguirebbe le orme della Federal Reserve americana, che ha lasciato i tassi di interesse invariati al termine della riunione di mercoledì.

Anche la Banca Centrale Europea (BCE) ha espresso il suo sostegno alla pausa la scorsa settimana, dopo dieci aumenti consecutivi.

“Molte banche centrali… sono arrivate al punto in cui sperano che i tassi di interesse abbiano raggiunto il picco, ma allo stesso tempo temono che l’inflazione persistente le costringerà a compiere ulteriori passi”, Jane Foley, analista di Rabobank, detto in un’intervista. delle procedure.” A cura dell’Agenzia France-Presse.

Giovedì mattina, la Banca di Norvegia, senza alcuna sorpresa, ha lasciato invariato il tasso di interesse di riferimento, ma ha confermato un “possibile” inasprimento della sua politica monetaria a dicembre, in un contesto di rallentamento dell’inflazione.

Nel Regno Unito, l’inflazione si è stabilizzata al 6,7% su base annua a settembre, e il suo calo è stato interrotto a causa dei prezzi dei carburanti.

Il mese scorso, il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey ha sottolineato che una politica monetaria restrittiva e tassi di interesse elevati sono ancora necessari per riportare l’inflazione al target del 2% del Monetary Institute.

READ  L'Europa si sta mobilitando al massimo livello per aiutare la Tunisia

Tasso di inflazione più alto nel G7

Bailey ha aggiunto: “Penso che abbiamo fatto, soprattutto negli ultimi mesi, grandi progressi” nella lotta contro l’inflazione.

Ha anche ammesso che la decisione presa nell’ultima riunione della Banca d’Inghilterra è stata presa a maggioranza “stretta” e che le decisioni successive continueranno in questo modo.

La banca centrale ha gradualmente aumentato il tasso di interesse di riferimento dal minimo dello 0,1% fino alla fine del 2021.

Se l’inflazione britannica è dovuta al picco dell’11,1% nell’ottobre 2022 dopo il flambé dei prezzi dell’energia, resta il livello salariale più alto per il G7 (Francia, Giappone, Stato Unito, Canada, Germania, Italia). , Regno Unito ).

Il tasso di inflazione del Regno Unito rimane il più alto tra i paesi del G7 © Justin Tallis/AFP

Ma è certo che la decisione della Banca d’Inghilterra sarà guidata dal difficile contesto economico del Regno Unito, che non lascia molto margine di manovra per ottenere un ulteriore rialzo.

Il prodotto interno lordo della Gran Bretagna è cresciuto dello 0,3% tra gennaio e marzo, poi dello 0,2% tra aprile e giugno, ma esiste ancora la possibilità di recessione poiché l’inflazione mette sotto pressione l’economia del paese.

Se i salari ora crescono più rapidamente dei prezzi nel Regno Unito, l’aumento del costo della vita sta colpendo i portafogli dei britannici, così come l’aumento dei tassi di interesse sui mutui, derivante direttamente dall’inasprimento delle viti della banca centrale.

“Segnali preoccupanti di rallentamento dell’attività indicano un periodo buio per l’economia del Regno Unito”, conclude Matthew Ryan di Ebury. Per l’analista, che si aspetta lo status quo dalla Banca d’Inghilterra, ciò dovrebbe essere accompagnato da osservazioni “che suggeriscono che i tagli dei tassi di interesse sono ancora molto lontani”.

READ  Come la Cina sta entrando a far parte dei piani di rilancio europei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *